Elena Santarelli, dalle tv italiane al dramma: “Il tumore di mio figlio”

La splendida showgirl italiana ha ripercorso il dramma da lei vissuto, provocato dal grave tumore che ha colpito suo figlio

Nata a Latina ma cresciuta in un paesino della sua provincia, la Santarelli ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo attraverso il campo della moda. Da giovanissima infatti, ha sfilato per alcuni tra i brand più conosciuti e prestigiosi come Laura Biagiotti, Giorgio Armani ed altri ancora.

 

Elena Santarelli (Websource)

La svolta vera e propria tuttavia è arrivata nella prima metà degli anni duemila. Tra il 2002 ed il 2004 infatti, è stata offerta ad Elena la possibilità di prendere parte alle riprese de “L’Eredità” nei panni di ereditiera. Il quiz show di Rai 1, condotto all’epoca da Amadeus, ha permesso alla showgirl laziale di farsi conoscere dal grande pubblico.

Grazie a questa esperienza, per lei si sono aperte le porte della tv e del cinema, dove ha recitato in alcune commedie. Nel 2003 ha esordito in “Il pranzo della domenica” di Carlo Vanzina, mentre nel 2006 ha preso parte al film diretto da Jerry Calà “Vita Smeralda”. Più recentemente invece, per la precisione nel 2019, ha ricoperto un ruolo all’interno della pellicola di Fausto Brizzi intitolata “Se mi vuoi bene”.

Elena Santarelli, il dramma che l’ha dilaniata

Al giorno d’oggi sono ormai più di quindici anni che la nota conduttrice tv è legata sentimentalmente all’ex calciatore professionista Bernardo Corradi. La coppia si è sposata nel giugno del 2014 e, dal loro amore, sono venuti al mondo due bambini, Greta Lucia e Giacomo.

Proprio quest’ultimo purtroppo, è rimasto vittima di una grave malattia. Di questo Elena ne ha parlato durante una intervista sulle pagine del settimanale “F”. “Dopo il tumore di mio figlio ho avuto un crollo psicologico, ora sono in terapia”, così è intitolato un articolo de “Il Fatto quotidiano” all’interno del quale troviamo le parole dell’ex modella originaria di Latina rilasciate sulle colonne dell’appena citata rivista.

Elena Santarelli (Websource)

“Ripercorrere alcune vicende mi ha fatto male, per questo, e non mi vergogno a dirlo, sto seguendo una terapia psicologica. Si chiama Emdr e si basa sul movimento degli occhi tra la psicoterapeuta e il paziente per elaborare il dolore. Quando Giacomo era sotto terapia, volevo fare tutto da sola, mi sentivo Wonder Woman. Il mio unico pensiero era andare avanti, sembravo dopata. Poi c’è stato il crollo e ho capito di aver bisogno di aiuto”, ha affermato l’attrice italiana che, in seguito, ha rivelato che per fortuna al giorno d’oggi le condizioni di suo figlio sono buone.

“Giacomo ad oggi è sereno, felice. Siamo nella fase ‘Follow up’, quindi per i prossimi cinque anni dobbiamo comunque fare controlli, ma l’ottimismo non ci mancherà mai”, così ha chiosato la moglie di Bernardo Corradi.