Massimo Giletti, la distruttiva malattia: dentro e fuori dagli ospedali

La malattia distruttiva di Massimo Giletti, dentro e fuori gli ospedali ecco come è cambiata la sua vita: i dettagli della vicenda

Uno dei giornalisti più talentuosi e competenti di cui gode la televisione italiana è lui, Massimo Giletti. Una carriera costellata di successi, non solo dal puto di vista del suo lavoro ma anche delle varie conduzioni importanti cui ha saputo sempre valorizzare al meglio. Tra queste possiamo ricordare L’Arena, Non è l’arena, Mattina in famigliaMezzogiorno in famiglia e I fatti vostri.

 

max pp
curiosità (foto web)

La sua carriera è sempre stata costellata di successi per via della sua professionalità e competenza. Inoltre, l’uomo si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza conseguendo la laurea con il massimo dei voti. Dopo un breve periodo a Londra, comincia a collaborare con la redazione Mixer in qualità di redattore nel programma, dove vi rimarrà per circa sei anni.

Il suo esordio nel mondo televisivo, invece, avviene nel lontano 1994, quando conduce  il programma Mattina in famiglia su Rai due per circa due anni. Successivamente, insieme alla collega Paola Perego proseguirà alla conduzione di Mezzogiorno in famiglia e I fatti vostri, programmi che gli danno molta visibilità e notorietà tra il pubblico che lo apprezza particolarmente. Negli anni 2000, conduce vari programmi televisivi tra cui Miss Italia nel mondo, Ciak.. si canta e L’Arena su Rai 1 che vince il Premio Regia Televisiva. 

Massimo Giletti è sempre stata una persona leale che ha fatto sempre benissimo il suo lavoro e in un’intervista ha confessato il dispiacere di non essere stato capito da molti colleghi. Inoltre, non ha ancora metabolizzato la chiusura del suo L’Arena su Rai 1 affermando: “Chi fa numeri importanti è oggetto di attenzioni. Ma io scelgo sempre con il cuore. Non potrò mai dimenticare che il giorno in cui stavo seppellendo mio padre, nel gennaio 2020, mi sono sentito abbracciare alle spalle. Mi sono girato e c’era il mio editore, Urbano Cairo”. 

Purtroppo Massimo ha vissuto un dramma che gli ha cambiato la vita.

Massimo Giletti e il dramma vissuto

massi serio
malattia (foto web)

Massimo Giletti si è sempre presentato come un uomo molto competente, umile e di buon cuore che, con la sua determinazione ha conquistato l’attenzione di milioni di telespettatori.

In un’intervista a Maria con te, ha raccontato di essere stato colpito da una grave malattia quando era piccolo; proprio la fede lo ha aiutato a superare questo momento e gli ostacoli della vita.

Egli ha affermato: Ero affetto da una forma grave di scoliosi e ho dovuto portare corsetti, busti in gesso ed essere ricoverato più volte in ospedale. Per un bambino prima, e un adolescente poi, non è stata un’esperienza facile ma le fatiche di quel periodo mi hanno temprato per il futuro”.

Ha poi aggiunto: “Mi chiamavano l’uomo plastica. La malattia mi ha temprato e ha fatto sì che sviluppassi una maggiore resistenza al dolore. Entrare e uscire dagli ospedali mi ha permesso di avere una maggiore sensibilità verso il dolore altrui e quindi di rispettarlo”.