Tragedia Rai, è finita per il superconduttore: il triste annuncio

In Rai si corre ai ripari. Impensabile quello che accade ad uno dei suoi conduttori storici, ma purtroppo non ci si può fare nulla  

 

ancora una volta una tragedia si abbatte sulla TV di viale Mazzini, una situazione che sembra interessare proprio uno dei conduttori che per diverso tempo ha saputo come tenerci compagnia. Il mese di maggio è appena iniziato e, tra non molto, potremmo assistere alla fine di quella che è l’attuale stagione televisiva.

Tragedia Rai dine superconduttore

Infatti molti sono a conoscenza del fatto che, a breve, avranno termine i palinsesti attuali per far spazio poi a quelli estivi. La Rai quindi sembra essere pronta per riorganizzare la propria programmazione, mettendo da parte un programma in particolare per sostituirlo poi con un altro format.

È questa una trasmissione che viene mandata in onda dal 1986, anno in cui ha iniziato ad entrare nelle case di tutti gli italiani sempre allo stesso orario. E cioè alle 9:30 di mattina. Molti di sicuro sono a conoscenza del tipo di temi che si affrontano al suo interno, un programma realizzato con TG1. Al cui interno i telespettatori possono assistere ad argomenti di approfondimento.

La fine del superconduttore Rai: ecco il motivo

Tragedia Rai dine superconduttore

E come accade ogni anno, anche questo programma avrà fine per far spazio alla versione estiva di Uno Mattina. In questi due ultimi anni, il format di punta di Rai1, è stato condotto egregiamente proprio da lui. Marco Frittella, affiancato da Monica Giandotti. Il loro posto verrà preso da Valentina Bisti e Roberto Poletti, volti che daranno il loro meglio nella versione estiva della trasmissione.

Le cose per la coppia non sono state semplici, date le dinamiche che hanno conferito subito un brusco cambiamento. Proprio a causa della guerra in Ucraina. Infatti, per dare spazio a quanto sta accadendo in quella terra, la Rai ha scelto di offrire ai telespettatori uno speciale del Tg1 riducendo così la durata di Uno Mattina. Un qualcosa che molto probabilmente potrebbe accadere anche nel corso dei prossimi mesi. Ma che fine farà il superconduttore di Rai1?

Proprio per fronteggiare quella che è l’attuale situazione in Ucraina, i vertici Rai hanno pensato di dividere il programma in due parti diverse. Durante la prima parte continuerà come suo solito, raccontando notizie di cronaca provenienti dal TG1, mentre nella seconda ci troveremo una gestione della rete diversa. Molto probabilmente il format avrà una durata maggiore, motivo che porterà molti a credere che si avrà bisogno di un secondo conduttore.

Questo ruolo però sembra non essere destinato a Marco Frittella un uomo che, nonostante ci abbia tenuto compagnia durante le ultime 2 edizioni, sembra essere deciso a non tornare sui suoi passi e a lasciare Uno Mattina. Sorti diverse invece spetteranno a Monica Giandotti, che molto presto potremmo vedere al timone del programma trasmesso su Rai 3, Agorà. Si tratta soltanto di ipotesi, ovviamente.

Una cosa è certa, a giugno Uno Mattina si presenterà con la sua versione dell’estate. E vedrà la conduzione di Massimiliano Ossini e Maria Soave, donna che quest’anno farà il suo debutto.