Jovanotti, il tumore della figlia: “tutto è iniziato ad agosto…” | Ecco come sta

Jovanotti, Lorenzo Cherubini, rivela uno dei momenti in cui la sua forza è venuta meno. Quando la figlia ha lottato contro un tumore 

 

Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ha parlato a lungo di ciò che ha dovuto passare la figlia Teresa. Una ragazza di 22 anni che ha dovuto fare i conti con una terribile malattia. Infatti, molti sono a conoscenza del fatto che alla figlia del cantante è stato diagnosticato il linfoma di Hodgkin. Un tipo di tumore che va proprio di attaccare il sistema linfatico.

Jovanotti tumore della figlia

A parlare dell’accaduto è stato proprio Jovanotti, durante la riunione che si svolge ogni anno e che viene organizzata dall’istituto Europeo di Oncologia. Si tratta di un evento che, negli ultimi due anni, è stato annullato proprio a causa della pandemia.

E così, dal teatro Manzoni di Milano, Lorenzo Cherubini racconta di ciò che ha vissuto insieme alla figlia e di quanto importante sia stato per lei avere tutta la famiglia intorno. E così, sul sito ilriformista, leggiamo di un Jovanotti che non ricopre il ruolo di cantante bensì quello di padre. Un padre che racconta con grande commozione ciò che ha passato la figlia.

La tremenda lotta della figlia di Jovanotti

Jovanotti tumore della figlia

Egli inizia il suo racconto partendo dal principio, nel momento in cui la figlia aveva scoperto di avere un nodulo al seno. Jovanotti si è immediatamente attivato alzando il telefono e componendo il numero dell’IEO, per parlare poi con Paolo Veronesi. Dopo varie analisi, il nodulo al seno si è dimostrato essere un qualcosa di poco preoccupante.

Dopo soli 3 anni, la figlia di Jovanotti ha dovuto fare nuovamente i conti con il suo stato di salute. “Tutto è iniziato ad agosto 2019 con un prurito alle gambe”, questo il racconto di Jovanotti. Teresa ha iniziato a soffrire di un forte prurito agli arti inferiori. Immediatamente Jovanotti L’ha portata presso un infettivologo, uno specialista che le ha consigliato di sottoporsi ad un esame.

Impossibile non notare la preoccupazione negli occhi del dottore, al punto che ha consigliato a padre e figlia di sottoporsi a tutti gli esami del caso. Così da scoprire le cause di quel prurito. Anche in quell’occasione Jovanotti chiede l’intervento dell’amico Paolo. Da quel momento in poi, è iniziato un lungo percorso per nulla facile per la ventenne che, dopo numerose cure, è riuscita ad uscire da questo incubo e a riprendere in mano la sua vita.

Solo dopo che questa situazione si è conclusa nel migliore dei modi, Jovanotti afferma di prendere coscienza di quanto accaduto. Non nascondendo di avere incontrato delle persone che sono state fondamentali per arrivare dove sono oggi. Tutto ciò è stato possibile anche grazie alla forza che gli hanno trasmesso. “Io credevo di essere quello forte del gruppo e invece ero quello che aveva le gambe che cedevano”.

Jovanotti racconta che, da quella situazione, ha imparato una grande lezione. Ha capito addirittura quanto sia importante la tecnologia, grazie alla quale oggi riescono ad avere molti più strumenti per affrontare malattie importanti come il linfoma di Hodgkin. Il cantante inoltre rivela di aver sfruttato il periodo della pandemia in quanto, Teresa, avrebbe dovuto stare isolata da tutto e tutti.

Soprattutto per evitare di venire a contatto con quelle visite che le avrebbero soltanto portato tanta angoscia e tristezza. La pandemia sembra essere cascata a pennello per Jovanotti, lontano dalle scene musicali per stare accanto alla figlia. Senza essere costretto ad annullare nessun concerto.

Jovanotti infine conclude affermando che, da questa avventura, ha imparato molto. E che oggi riesce ad affrontare la vita con molta più forza.