Brutto colpo di scena in Rai: il conduttore non ce l’ha fatta | Era in Rai da 20 anni

Di nuovo problemi in casa Rai. Per il conduttore, nonostante la presenza nella rete per 20 anni, arriva una brutta notizia 

 

Ancora una volta in Rai c’è aria di tempesta, una vera e propria bufera provocata da una decisione presa dai vertici. Un qualcosa che porterà, uno dei conduttori, a non essere più presente. Ma cosa è successo? Dopo 20 anni di duro lavoro il presentatore sembra essere costretto ad abbandonare casa Rai.

Brutto colpo di scena in Rai

Il motivo? Pare che il programma in cui è al timone sia destinato al chiudere. Si tratta di un programma storico di Raidue, un format andato in onda da 20 anni e che viene seguito da numerosi appassionati del cinema. Nonostante l’impegno, pare che la decisione sia ormai presa.

Negli ultimi anni abbiamo assistito anche ad un ridimensionamento del programma, una decisione inevitabile a causa dei problemi provocati dal Covid. Nonostante tutte le modifiche, sembra che il destino del programma sia segnato. E che questo, molto probabilmente, possa chiudere definitivamente.

La Rai e la fine del conduttore

Brutto colpo di scena in Rai

La notizia giunge direttamente dal creatore Marco Giusti, uomo che tra non molto potrà godersi i frutti del suo lavoro e andare finalmente in pensione. In ogni caso è rimasto senza parole nel momento in cui è venuto a conoscenza di questa decisione, anche perché è arrivata proprio come un fulmine a ciel sereno. Egli infatti è sorpreso perché non è stato chiesto il suo parere, né tantomeno gli hanno domandato che tipo di ascolti il programma riesca a portare.

In passato, proprio come afferma l’uomo, gli hanno addirittura lasciato intendere che un giorno il programma potesse andare avanti senza di lui. Dopo aver lavorato molti anni per la Rai, sembra essere arrivato il momento per Giusti di andare in pensione. Un qualcosa che lo porta ad essere visto, quasi, come un rottame.

A tale riguardo Giusti afferma di aver ricevuto un trattamento diverso in quanto, nel momento in cui egli ha fatto il suo ingresso in Rai, c’erano altri conduttori molto avanti con l’età. Tra cui Bruno Vespa e Michele Guardì. Nonostante gli anni siano passati, questi conduttori sono ancora al loro posto. Molto probabilmente se la Rai ha preso questa decisione la colpa va anche al tipo di programma, un format in cui si parla molto spesso di film datati.

Ma è proprio per cercare di restare al passo con i tempi che, il creatore, ha cercato di dedicare uno spazio anche ai nuovi film usciti nelle sale cinematografiche. Con la chiusura di Stracult, si va a privare la Rai proprio di un programma dedicato al mondo del cinema. Un format in cui hanno lavorato numerose persone. Ed è proprio a causa di questa chiusura che anche il conduttore Fabrizio Biggio tra non molto perderà il suo posto di lavoro.

“Dico che è stato un onore poter condurre ‘Stracult’ insieme a Marco ed Andrea. Ero un fan. Ascoltare Marco e gli autori raccontarmi le storie di cui avremmo parlato in puntata era un piacere immenso. Perché c’era passione. La trasmettevano a me ed io spero di essere riuscito a trasmetterla al pubblico. Credo che ‘Stracult’ lasci un grosso vuoto”.

Brutto colpo di scena in Rai

Egli, insieme ad Andrea Delogu, stanno attualmente conducendo nel migliore dei modi questo programma. È una situazione che, come leggiamo su piudonna, Andrea Delogu ha preferito non proferire parola. Le parole di Fabrizio Biggio, invece, sottolineano il dispiacere.