Regina Elisabetta, dopo il Giubileo la drammatica verità: L’addio è arrivato

Il Giubileo per i settanta anni di trono della Regina Elisabetta è stato un evento da ricordare, anche se cela una verità drammatica

Finalmente il giorno più atteso dell’anno è arrivato. Sua Maestà ha celebrato il grande traguardo, l’ennesimo di una vita costellata di successi e di riconoscimenti. Senza alcun dubbio è uno dei Sovrani britannici più amati della storia, avendo sempre dimostrato di tenere tantissimo al suo popolo.

 

Regina Elisabetta (Websource)

La festa è stata acclamata dalla stampa di tutto il Mondo, naturalmente Italia compresa. Anche qui infatti si è parlato moltissimo dell’evento, il quale è finito sotto la luce dei riflettori già da settimane prima che si svolgesse. Il secondo figlio maschio della Regina ha dato forfait. Il Principe Andrea di York è stato assente poiché positivo al Covid, o quantomeno questa è stata la versione ufficiale fornita da Buckingham Palace.

Presenti sono stati invece Harry e Meghan, la coppia più discussa della Royal Family a causa della chiacchieratissima “Megxit”. Il nipote di Sua Maestà infatti, nonostante il desiderio della consorte di tornare al più presto negli States, è voluto esser presente alla cerimonia a tutti i costi. Anche se l’evento è filato liscio, in queste ore è emerso un retroscena che di felice ha poco e nulla. Andiamo a scoprire i dettagli.

Regina Elisabetta, dopo il Giubileo lo scenario è drammatico

Un recente articolo pubblicato sulla pagina Instagram del Corriere ha fornito alcune considerazioni a margine della celebrazione dei settanta anni di regno. Fin dalle prime battute, viene sottolineato il fatto che tale evento potrebbe essere considerato anche come una sorta di addio alla Regina Elisabetta: “È qualcosa che nessuno dice, ma che tutti sanno: il Giubileo di Platino che comincia oggi è l’addio della nazione alla regina Elisabetta”.

Regina Elisabetta (Websource)

Seguendo la ricostruzione del quotidiano si deduce che il Sovrano del Regno Unito abbia sfruttato l’occasione per salutare in qualche maniera il suo popolo: “La sovrana ha 96 anni: non ci sarà più un’altra celebrazione come questa (d’altronde, hanno pure esaurito i nomi: cosa viene dopo il Platino?). È dunque un commiato, un ringraziamento finale per un servizio incomparabile: dopo, lei si ritirerà a Windsor, e la vedremo sempre più di rado”.

Naturalmente nessuno vorrebbe mai assistere alla scomparsa di Elisabetta II, tuttavia è pur vero che la sua veneranda età lascia presagire un avvicendamento al trono non così lontano nel tempo. Suo figlio Carlo è pronto da anni a raccoglierne le redini, anche se tutti o quasi credono che non potrà mai eguagliare le gesta della Regina più longeva della storia inglese.