Platinette, la tragica notizia che l’ha spezzata: “Ho perso mio figlio”

Le parole di Platinette rivela un dettaglio decisamente sconcertante. Nessuno si aspettava una notizia del genere 

 

Mauro Coruzzi, in arte Platinette, ha deciso di rompere il silenzio e di raccontare uno dei drammi più difficili che ha dovuto superare. Un momento molto drammatico per lui, un qualcosa avvenuto nel momento in cui ha dovuto dire addio per sempre a suo figlio.

Platinette tragica notizia

Platinette oggi è diventato un personaggio iconico del mondo dello spettacolo italiano, motivo per cui ha scelto di aprirsi e raccontare un avvenimento che lo ha visto come protagonista durante gli anni dell’adolescenza. Oggi come oggi, sappiamo quasi ogni cosa della vita personale e di quella lavorativa dei vari personaggi del mondo dello showbiz.

Non fa eccezione Platinette, personaggio che ha sempre scelto di condividere con tutti il suo modo di fare e di essere. Senza nascondersi mai. Platinette è conosciuto come la prima drag queen che ha messo piede nel mondo dello spettacolo, un personaggio che è riuscito a sconvolgere questo mondo. Mettendo così di fronte i telespettatori ad una realtà fino ad allora sconosciuta.

Platinette e la confessione che sciocca tutti

Platinette tragica notizia

Maurizio Coruzzi è stato quindi un volto chiave, un uomo che ha alle spalle un passato molto difficile. Come leggiamo su piudonna, Maurizio ha vissuto un periodo molto difficile, un momento in cui da ragazzo era molto confuso. In quanto non aveva ben chiare le idee su chi fosse veramente. È lui stesso a raccontare di quanto accaduto l’anno in cui stava per diplomarsi.

All’epoca egli viveva una relazione con una sua coetanea, la classica coppia adolescenziale che ama trascorrere il suo tempo insieme ad altri amici. “Quando avevo 17 anni, ad un passo dagli esami di maturità, la mia ragazza di allora è rimasta incinta”. È questo l’evento che lo ha portato poi a vivere una grandissima tragedia. I due ragazzi, presero quindi una decisione molto sofferta.

Anche perché, in quel periodo, la giovane che Maurizio stava frequentando non era a conoscenza del fatto che quest’ultimo stava portando avanti anche una relazione con un altro ragazzo. Colui che frequentava la sua amica.

“Eravamo due coppie e ogni tanto si usciva dal cosiddetto campo della normalità. Io e quest’altro ragazzo avevamo due fidanzate che però non sapevano che anche tra noi c’era una storia. Non era la doppiezza, ma l’indecisione di non sapere cosa stavi diventando”.

È questo il racconto di Platinette, un uomo che in quel periodo era molto confuso anche perché non era presente nessuna legge riguardo all’aborto. Ed è proprio per tale motivo che, i due ragazzini, presero quella che sembrava essere la scelta più sensata per due persone di quell’età.

Arrivato ad oggi, Platinette però continua a pensare a quella vita spezzata. A quel figlio che, oggi, sarebbe diventato un uomo.