Paolo Bonolis, il presentatore a cuore aperto: “Un calvario” | La struggente confessione

Paolo Bonolis ha deciso di aprire il suo cuore nel racconto di un aneddoto risalente a molti anni fa ma che lui ricorda benissimo

A dispetto della sua immensa fama, il noto conduttore romano è una persona che non gradisce parlare più di tanto della sua vita privata. Un esempio che dimostra quanto appena detto è il suo scarso utilizzo dei social network, al contrario della gran parte dei suoi colleghi che risultano invece piuttosto attivi e presenti sulle principali piattaforme digitali.

 

Paolo Bonolis (Websource)

Bonolis possiede un account verificato su Instagram il quale però viene aggiornato non molto frequentemente. Sua moglie, invece, è senz’altro più costante nella pubblicazione dei contenuti. Sonia Bruganelli ha sfruttato anche il ruolo di opinionista da lei ricoperto all’interno della sesta edizione del Grande Fratello Vip per accrescere la sua popolarità sui social.

La coppia di personaggi famosi si è unita in matrimonio nel 2002. Inoltre hanno messo al mondo tre bambini chiamati Silvia, Davide ed Adele. La loro è una famiglia unita e coesa, con i due genitori che mettono ovviamente i figli al primo posto tra le priorità di entrambi.

Paolo Bonolis, la commovente rivelazione del conduttore Mediaset

Nel corso di un’intervista di qualche tempo fa Paolo ha raccontato un particolare periodo della sua infanzia. All’epoca il conduttore soffriva di un disturbo che gli ha creato un po’ di problemi. Stiamo facendo riferimento alla balbuzie, in merito alla quale Bonolis ne ha parlato con le seguenti parole.

Paolo Bonolis (Websource)

“Da bambino la mia balbuzie era un calvario. I miei genitori sono stati fondamentali per la mia autostima. Mi fecero comprendere che il mio difetto mai mi avrebbe impedito di essere come gli altri. Papà mi diceva: ‘Tu non fai altro che dire le stesse cose che pensi, come tutti. Ci metti solo più tempo’”, ha confessato lo showman, ringraziando in questo modo i suoi genitori che gli hanno permesso di non buttarsi giù nonostante il piccolo ‘difetto’.

Dalla situazione in cui ha vissuto da bambino ne ha tratto anche un prezioso insegnamento, il quale l’ha aiutato sicuramente a vivere in maniera più serena e tranquilla: “Per salvarsi bisogna sdrammatizzare. Si trattava di insicurezza? E chi lo sa… È che viviamo in una società che vuole dare risposte a tutto. Ma certe cose non hanno risposta. Le devi vivere per quello che sono. La cosa importante è sapere che siamo diversi dagli altri solo nel senso che siamo unici. E siamo irripetibili”.