Dramma per il personaggio Rai, l’accusa per lui è pesantissima: trovate 1400 dosi di sostanza stupefacente

Un dramma colpisce un personaggio della Rai, una notizia sconcertane che riguarda l’attore. L’accusa parla chiaro, sostanze stupefacenti in casa sua  

 

Una terribile notizia è quella che nelle ultime ore sta interessando casa Rai, una situazione in cui uno dei membri più conosciuti della tv italiana è stato arrestato. Dopo che sono stati scoperti in suo possesso molti kg di sostanze stupefacenti. Ma di chi si tratta? Che cosa è capitato all’attore?

Rai accusa per lui è pesantissima

È questa la storia di un uomo che, in passato, abbiamo visto prendere parte diverse fiction tra cui Un posto al sole e Un medico in famiglia. Stiamo parlando proprio di colui che ha messo piede in TV nel 1998, anno in cui Raffaella Carrà decise di volerlo al suo fianco per ricoprire il volto di Boy in Carramba che sorpresa.

Un ragazzo che, fin da subito, ha attirato l’attenzione in quanto si è sempre molto impegnato per far capire di che pasta è fatto. Così da ottenere diverse altre opportunità. Dopo 11 anni l’uomo ottiene così la grande occasione che stava aspettando, diventando colui che ha condotto nel 2009 Diario di viaggio.

L’accusa che stravolge la Rai… arrestato proprio lui

Rai accusa per lui è pesantissima

E così, l’uomo in questione, riesce ad appassionare tutti parlando di quella che è la sua più grande passione facendo amare sempre di più il mondo dei viaggi a tutti i suoi telespettatori. Ed è grazie a questo lavoro che ha avuto addirittura l’opportunità di visitare un gran numero di paesi. Diventando così, con il passare del tempo, una personalità molto importante in casa Rai.

Nonostante egli non abbia mai recitato in pellicole cinematografiche, in molti lo conosco la per aver preso parte a fiction come Un posto al sole, Un medico in famiglia e Le tre rose di Eva 3. In molti hanno capito che stiamo parlando proprio di lui, di Ciro Di Maio. È proprio su di lui che, nelle ultime ore, è stata aperta un’indagine in quanto l’uomo è stato beccato in possesso di 1400 dosi di droga dello stupro. Un qualcosa che conservava all’interno della sua abitazione.

Una situazione che ha lasciato tutti i suoi follower senza parole, e che vede come protagonista un Ciro Di Maio diverso da quello che abbiamo imparato a conoscere. Pare infatti che l’uomo si sia fatto spedire queste dosi dall’Olanda. Si tratta di una sostanza incolore ed insapore che può essere aggiunta a qualsiasi tipo di cocktail, cosicché la vittima possa ingerirlo e non accorgersi di nulla come viene anche riportato da piudonna.

Una droga che può fare effetto dopo 5 minuti fino ad un massimo di 20, e che vede perdere totalmente il senso della realtà non riuscendo addirittura a muovere il corpo come si desidera. Chi assume questo tipo di droga, inizia anche ad accusare numerosi altri sintomi tra cui disturbi della memoria, nausea e problemi nella respirazione. Una droga che porta la persona che ha subito una violenza a non ricordare assolutamente nulla. Anche perché, il tutto, sparisce dopo poche ore e l’organismo riesce ad espellere molto velocemente la sostanza.

Una droga questa ritrovata all’interno dell’appartamento dell’attore, in una quantità così elevata che secondo il PM non si tratta di un acquisto fatto per uso personale. Un qualcosa dimostrato soprattutto anche dalle varie chat attribuite allo stesso attore. In ogni caso, Ciro di Maio, ha cercato di giustificarsi

“Non sono uno spacciatore, la sostanza non era destinata a feste o altro, era solo per me, ne sono dipendente e sto cercando di seguire un programma terapeutico che prevede di scalare, riducendo mano a mano il consumo. Io sto male non ne posso fare a meno, la assumo più o meno ogni due ore”.

Una giustificazione che è stata confermata dal suo stesso psicoterapeuta con cui è sotto analisi da diverso tempo. Nonostante tutte queste spiegazioni, il PM non sembra convinto di ciò che ha ascoltato al punto da portare avanti ulteriori indagini.