Silvia Toffanin, il drammatico retroscena: “Non si muoveva…”

Il retroscena drammatico vissuto e raccontato dalla bellissima conduttrice Silvia Toffanin: ecco i dettagli e le curiosità

Da anni ha conquistato il cuore della gente con la sua professionalità e umiltà nel suo famoso programma che conduce dal 2009, Verissimo: stiamo parlando di lei, Silvia Toffanin. Una donna che ha riscosso successo dal famoso programma Passaparola in qualità di ‘velina’ e oggi una delle personalità influenti tra i palinsesti Mediaset. In una intervista ha raccontato un drammatico retroscena.

 

silvi
curiosità (foto web)

I primi passi nel mondo dello spettacolo Silvia li muove da giovanissima, partecipando al concorso di bellezza Miss Italia nel 1997 arrivando sino alle selezioni finali. Nonostante la vittoria, in seguito, come già anticipato, ella verrà scritturata come ‘letterina’ del noto programma Passaparola condotto da Gerry Scotti. In quella occasione conoscerà Alessia Mancini e Ilary Blasi, volti ancora noti nel mondo dello spettacolo.

Terminata l’esperienza per Silvia, ella ha la possibilità di condurre Mosquito su Italia 1 e la rubrica Non Solo Moda per ben dieci anni. Dopo un breve anno di Verissimo condotto da Paola Perego e  Alfonso Signorini, il programma passa a lei e la donna rende un vero e proprio successo il format. Per la donna Verissimo è una grande famiglia di cui non può facilmente liberarsi.

Purtroppo la donna ha subito una sofferenza davvero grande, il lutto per la scomparsa della mamma Gemma Parison a cui era particolarmente legata. La donna, inoltre, ha voluto raccontare in una intervista con grande sostegno l’appoggio che la donna ha ricevuto dai suoi genitori tanto che in una intervista ha affermato: “Vai, viaggia’, diceva mamma, ‘non fare come me che sono rimasta qui. Lo stesso mio padre. Era come se mi stesse dicendo: ‘Io ti ho insegnato a camminare, ora tocca a te”.

La conduttrice di Verissimo in una intervista ha svelato di aver vissuto un retroscena che le ha causato moltissima sofferenza.

Silvia Toffanin e il drammatico retroscena

silvi
retroscena drammatico (foto web)

In una intervista al settimanale Grazia, la bella Silvia Toffanin ha confessato un retroscena che riguarda il suo passato, il rapporto con i suoi nonni e quello con suo padre che era tanto geloso tanto da non permetterle di uscire quasi mai. 

Ella nel dettaglio ha confessato: “Mi coinvolgevano nelle loro attività: Rosario, processione durante il mese della Madonna. Briscola, Settebello. Giocavamo spesso a carte, vincevo. I primi amori? Direi nessuno, con mio padre geloso. In paese si usava che i ragazzi, le comitive citofonassero per dire ‘scendi’. Rispondeva mio padre, e ogni volta: ‘Silvia non c’è’. Non mi faceva uscire. Ogni tanto mi permetteva di andare in discoteca, a condizione che mi accompagnasse lui. Mi aspettava chiuso in macchina nel parcheggio. Inutile dirgli di andarsene a casa per tornare a riprendermi. Non si muoveva da lì”.