Serena Bortone, il triste addio della presentatrice: la sofferenza è indescrivibile

Serena Bortone ha dato l’addio ad una persona scomparsa di recente che ha rivestito un ruolo fondamentale per la sua crescita professionale

La nota giornalista e conduttrice televisiva di Roma ha ricordato un uomo che purtroppo è venuto a mancare soltanto alcuni giorni fa. Quest’ultimo per lei è stato importantissimo, come confessato dalla stessa Serena attraverso un lungo messaggio caricato sui suoi canali social. In realtà il compianto uomo ha rappresentato un punto di riferimento per diversi personaggi del mondo della tv, grazie alla sua cultura, la sua intelligenza e tante altre doti che la Bortone ha elogiato.

 

Serena Bortone (Websource)

Un messaggio carico di sentimento è stato dunque quello della presentatrice di “Oggi è un altro giorno”, programma che attualmente sta attraversando il periodo della consueta pausa estiva. Molti programmi targati Rai sono stati sostituiti con altri format che accompagneranno il pubblico italiano in questi mesi di caldo rovente, prima della ripresa della programmazione tradizionale in vista di settembre.

Nel frattempo Serena è in vacanza, come abbiamo modo di vedere mediante alcuni post caricati in questi giorni sulla sua pagina di Instagram. È proprio sulla nota piattaforma social che la conduttrice ha pubblicato il toccante messaggio di cui stavamo parlando in precedenza.

Serena Bortone, il lutto che fa male al cuore

La donna ha dato il suo addio ad Angelo Guglielmi, storico critico letterario italiano deceduto l’11 di luglio all’età di novantatré anni. Per farlo ha ricordato l’importanza dell’uomo sia per la sua crescita professionale che per lo sviluppo di una Raitre che lei ha conosciuto verso la fine degli anni ottanta.

Serena Bortone (Instagram)

“La Raitre nella quale sono entrata io nel 1989 (avevo 18 anni e facevo l’assistente ai programmi a contratto) non era una rete Tv, era una comunità, unita dalla condivisione del valore del servizio pubblico e della necessità del racconto della realtà. Che sia stato un intellettuale a rivoluzionare la Tv italiana stupisce solo chi reputa la televisione obnubilante e il pubblico ricettore passivo e un po’ sciocco”, ha affermato Serena prima di passare al ricordo di Guglielmi.

“Nella Raitre di Guglielmi si pensava che qualsiasi contenuto potesse essere veicolato e che non esistessero contenuti « bassi » da sprezzare. Per Gugliemi la cultura non era (soltanto) parlare di libri, ma doveva permeare la narrazione televisiva. […] Resterò sempre una tua allieva. Grazie Angelo Guglielmi”, queste le dolci parole spese dalla Bortone nei confronti di un grande personaggio che ha lasciato questo mondo soltanto un paio di giorni orsono.