“3 mesi…”: La difficile lotta di Antonella Clerici | Il brutto male

Le parole di Antonella Clerici non sono certo passate inosservate. La lotta della conduttrice continua, e non si ferma mai

 

Quando pensiamo alla Rai, Uno dei volti che immediatamente ci viene in mente è quello di Antonella Clerici. Si tratta di una donna che ha sempre il sorriso stampato sul volto, che riesce a contagiare tutti con il suo buon umore dietro ai fornelli.

difficile lotta di Antonella Clerici

Una conduttrice che ha lavorato in molti programmi Rai e che ha fatto sì che potesse condividere con tutti la sua grandissima passione, quella della cucina. È proprio il suo modo di essere e di fare che ha dato la possibilità ad Antonella Clerici di entrare nel cuore di tutti gli italiani.

Una donna molto semplice, quasi acqua e sapone, che è stata in grado di affrontare al meglio ogni situazione che ha trovato lungo il suo percorso. In passato l’abbiamo vista persino ricoprire il ruolo di co-conduttrice sul palco dell’Ariston. Un’opportunità che è avvenuta, prima nel 2005 insieme a Paolo Bonolis, per poi replicarsi nel 2010. Anno in cui è stata lei stessa la conduttrice.

Il messaggio di Antonella Clerici

difficile lotta di Antonella Clerici

Antonella Clerici può dirsi pienamente soddisfatta della sua carriera, anche se non sono mancati quegli avvenimenti tristi che le hanno sconvolto la vita. Uno di questi di sicuro è la morte della madre, una situazione che l’ha condizionata molto nelle sue scelte future. Ed è proprio per tale motivo che, da un po’ di tempo a questa parte, la Clerici ha scelto di lottare per una causa ben precisa.

Ha deciso di fare la sua parte in una delle battaglie più difficili di sempre. Antonella Clerici ha scelto quindi di diventare ambasciatrice dell’Airc, associazione italiana per la ricerca sul cancro. Infatti, la conduttrice ha preso molto a cuore questo suo compito dando il meglio di sé. Il suo scopo è quello di aiutare tutte quelle persone che si trovano di fronte allo stesso male contro il quale ha dovuto combattere la madre.

Antonella Clerici, durante l’intervista, ha raccontato il motivo che l’ha spinta a prendere una decisione simile. “Mia madre, nel 1995, se n’è andata in soli tre mesi per colpa di un melanoma maligno. Oggi, rispetto al passato, abbiamo a disposizione più strumenti e maggiore speranza. Non dico, per carità, che oggi sarebbe sopravvissuta, il suo male era molto aggressivo. Tuttavia avrebbe senz’altro vissuto di più e meglio”.

È questa la situazione che ha spinto Antonella Clerici a intraprendere un tale percorso. Il tutto facendo sì che, la sua figura, venisse apprezzata ancora di più. Ha imparato, nel tempo, un grande insegnamento e lo ha voluto condividere con tutti.

“Cerchiamo di volerci più bene. Facciamo prevenzione, ascoltiamo che cosa ci dice il corpo”. È questo l’appello di Antonella Clerici.