Damiano dei Maneskin, il drammatico calvario della fidanzata: dopo la diagnosi il pianto disperato

La compagna di Damiano David, Giorgia Soleri, ha attraversato un vero e proprio calvario a causa di alcune problematiche legate alla salute

Mentre il frontman dei Maneskin continua a collezionare successi su successi con il suo gruppo anche in ambito internazionale, di recente la sua fidanzata è tornata a catturare l’attenzione. Nel corso di una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, Giorgia Soleri si è raccontata a trecentosessanta gradi. La ragazza ha affrontato diversi temi inerenti alla sua vita privata, tra i quali spicca quello della malattia che la tormenta da diverso tempo.

 

Damiano David e la sua fidanzata Giorgia Soleri (Websource)

Dopo un accenno alla sua delicata infanzia, la compagna di Damiano David ha risposto ad una domanda in merito al suo libro. Lei, pertanto, ha spiegato il motivo per cui ha intitolato l’opera “La signorina Nessuno”: “È un personaggio che mi tiene compagnia da anni. Quando la mia relazione non era ancora nota, io, in fondo, ero la signorina Nessuno. E nelle poesie parlo di solitudine e di amore, di dolore e di cose riacchiappate per un soffio. Oggi un nome ce l’ho, e posso dire che c’è anche tanta codardia in quel soprannome”.

Giorgia Soleri, il dramma raccontato dalla fidanzata di Damiano dei Maneskin

Giorgia ha ammesso che per lei non è stato facile “diventare amica” del suo corpo. Nella prima parte della sua carriera, quando era ancora minorenne, la ragazza ha lavorato per un periodo come modella per pagarsi le attrezzature fotografiche: “Ripenso a quel periodo con un brivido. Vivevo male il mio corpo, lo sentivo come qualcosa che dovevo “vendere” per lavorare”.

Giorgia Soleri (Websource)

In seguito invece, per la fidanzata di Damiano sono sopraggiunti i problemi di salute: “Poi è arrivato il dolore. Lancinante, terribile, che parte dalla vulva e si irradia alla vescica, notti senza sonno e nessuno che ti prende sul serio. “Ho la cistite”, dicevo. E quelli accanto a me, con sarcasmo: “Ancora?!”. Quando è arrivata la diagnosi sono uscita dallo studio del medico e ho cominciato a piangere”.

Circa un anno fa, la Soleri ha subito un’operazione chirurgica, la quale ha attenuato il problema soltanto per qualche tempo, prima che il dolore tornasse ad affacciarsi prepotentemente: “Mi sono operata nell’estate del 2021 per l’endometriosi e per un po’ sono stata bene. Poi qualche tempo fa, il dolore è tornato. Feroce. Sono rimasta a letto per settimane, le amiche facevano i turni per sollevarmi a braccia per farmi andare in bagno o per farmi mangiare. E allora ecco i farmaci. Oppioidi, fortissimi. Avevo le allucinazioni. Ora va meglio, ma so già che dovrò fare i conti con questo per sempre”.