Urina, attenzione al colore: se è così potreste avere un tumore

C’è una colore in particolare dell’urina che può indicarci la possibilità di un tumore. Prestate attenzione a questo 

 

Molti sono coloro che sottovalutano un elemento molto importante del nostro corpo, l’urina. In pochi infatti sanno che, dal colore di questa, si può scoprire molto sul nostro stato di salute. Addirittura, potrebbe esserci anche la possibilità di scoprire la presenza di un tumore.

Tumore Urina, attenzione al colore

L’urina viene trasportata da un organo chiamato uretra, una parte del nostro corpo che ha la forma di un tubo e che nelle donne è lunga 4 cm mentre negli uomini 20 cm. Per quanto riguarda il genere maschile, sappiamo che la funzione dell’uretra è diversa. In quanto in questo canale passa anche il liquido seminale.

Un organo fondamentale che deve essere tenuto sempre sotto controllo, in quanto il cancro dell’uretra ha origine proprio all’interno di una di queste cellule presenti nell’organo in questione. Si tratta di un male che viene diagnosticato, sia negli uomini che nelle donne.

Il tumore che possiamo scoprire attraverso… l’urina

Tumore Urina, attenzione al colore

Le possibilità aumentano una volta superati i 50 anni. Diversi sono i tumori dell’uretra che possono comparire nel nostro organismo. Tra cui carcinoma a cellule squamose, ossia un tumore molto vicino alla vescica. Carcinoma a cellule di transizione, che nelle donne nasce nella parte esterna dell’uretra, mentre negli uomini si sviluppa in quella parte dell’uretra vicino alla prostata. Adenocarcinoma, un particolare tumore che nasce proprio in quelle cellule intorno all’uretra. Ma quali sono i sintomi per riconoscere questo terribile male?

In questo caso l’urina gioca un ruolo fondamentale. Infatti, uno dei campanelli d’allarme è il suo colore. Nel momento in cui iniziamo a trovare del sangue nelle urine, dobbiamo immediatamente tenere sotto controllo anche altri sintomi. Infatti, durante la fase iniziale di questo terribile male, l’urina inizia ad uscire ad intermittenza e si sente sempre più spesso il bisogno di minzione.

Inoltre il soggetto in questione inizierà ad avere alcune perdite dall’uretra. Una patologia che, proprio come leggiamo su airc, per il momento non può essere prevenuta in nessun modo. Per questo motivo è molto importante effettuare una diagnosi abbastanza in fretta, così che uno specialista possa procedere nel modo giusto. Il dottore infatti, dopo aver eseguito una visita nella zona pelvica, dovrà cercare eventuali noduli oppure altri elementi che indicano la presenza del tumore.

Una volta trovato, lo specialista dovrà prescrivere tutti gli esami del caso così che possa avere gli elementi necessari per diagnosticare effettivamente il tumore dell’uretra. Oggi come oggi esistono diverse modalità per trattare questo male. La soluzione più comune che viene utilizzato è la chirurgia, un metodo che prevede la rimozione del tumore. Esistono poi anche altre tecniche tra cui l’elettroresezione, un metodo tramite l’utilizzo di corrente elettrica per distruggere il tumore.

Non manca poi la possibilità di avvalersi del raggio laser. Un elemento sfruttato come bisturi, necessario per eliminare il tessuto tumorale.