Superbonus 110%, arriva la mazzata definitiva: la cancellazione è ufficiale | Edilizia distrutta

Per quanto riguarda il superbonus 110%, le cose non si mettono per nulla bene. Infatti, a quanto pare, è sempre più critica la situazione 

 

Molti sono coloro che hanno deciso di sistemare la propria abitazione utilizzando il celebre superbonus 110%. Si tratta di una manovra realizzata dal governo Conte, un qualcosa che alle casse dello stato costerà cifre enormi, anche se come spesso accade, la burocrazia di tale manovra è divenuta difficilissima con il passare del tempo.

Superbonus 110%, arriva la mazzata definitiva

Una situazione che ha portato i cittadini ad essere particolarmente scontenti. Scopriamo insieme qualcosa in più su tale argomento. Questo è un periodo molto difficile per il settore edile. Partiamo dal fatto che, a causa del decreto antifrodi, le cose diventano sempre più complicate all’interno dei cantieri.

Mentre il costo delle materie prime sta raggiungendo prezzi esorbitanti, trasformando così ogni lavoro in un qualcosa di particolarmente costoso. C’è però un’altra notizia che interessa, da vicino, un qualcosa che ha ricoperto un ruolo fondamentale nel superbonus 110%.

Altre brutte notizie per chi aspetta il superbonus 110%

Superbonus 110%, arriva la mazzata definitiva

Vediamo insieme qual è la novità inerente a questo settore in particolare. Sappiamo infatti quanto sia stato importante il superbonus 110%, in quanto si trattava di un decreto a favore dei cittadini. In questo modo, chi lo ha richiesto, aveva l’opportunità di ottenere un grandissimo risparmio per apportare migliorie alla propria struttura edile. E, così, molti sono ci cittadini che erano entusiasti di ciò.

Nel momento in cui si parla di lavori trainati, non facciamo riferimento ad un elemento secondario, in quanto è proprio grazie ad essi che molte opere edili hanno visto la luce. Sembra però che ci sia una particolare novità che riguardano proprio questo tipo di lavoro, in quanto non potrà beneficiare in nessun modo della proroga. Ma cosa significa nello specifico? C’è un tempo limite? Esatto.

Infatti, per quanto riguarda tali lavori, sappiamo che questi potranno essere portati a termine entro e non oltre il 2022. Una situazione che, di sicuro, farà arrabbiare molto il mondo dell’edilizia. E questo in quanto, all’inizio, si era parlato di una proroga fino al 2025 per tutto ciò che era inerente ai lavori trainati. Ma, evidentemente, le cose sono cambiate e non nel modo che i cittadini speravano.

Infatti, era più che scontato credere che il campo dei lavori trainati legati al superbonus del 110% dovevano andare avanti fino al 2025. Cosa che sta per cambiare, secondo quanto rivelato, e che avrà delle importanti conseguenze sui cantieri edili.