Se ti succede questo potresti avere un ictus: ecco il sintomo che nessuno conosce

Esiste un sintomo in particolare che molte persone sottovalutano. Eppure quest’ultimo può essere un vero e proprio campanello d’allarme a cui bisogna prestare attenzione

Al giorno d’oggi, nella società moderna si fa sempre più caso alla salute. Un tempo infatti, tantissimi fattori a cui oggi prestiamo attenzione non venivano nemmeno presi in considerazione. Naturalmente l’avanzamento della scienza e lo sviluppo di nuove tecnologie ha permesso all’essere umano di ridurre i fattori di rischio e aumentare quindi l’aspettativa di vita.

 

Immagine (Websource)

Nel corso della storia uno dei primi grandi passi in avanti è stato quello legato all’igiene. La sterilizzazione di strumenti e delle sale operatorie ha contribuito in maniera determinante a rendere più sicuri gli interventi, riducendo al minimo il rischio di possibili infezioni e problematiche analoghe.

Per quel che riguarda il discorso cardiovascolare, anche qui siamo riusciti a fare dei passi da gigante. Attualmente siamo infatti in possesso di un quadro generale molto più ampio ed approfondito rispetto a quanto lo era soltanto qualche decennio orsono. Il progresso è rapidissimo grazie alla mente di grandi scienziati e ricercatori che lavorano incessantemente al fine di scoprire ulteriori informazioni utili per guarire determinati mali.

Ictus, fate molta attenzione a questo sintomo: potrebbe risultare fatale

L’ictus è una patologia che si verifica nel caso in cui una scarsa perfusione sanguigna al cervello provoca la morte delle cellule. I sintomi che accendono un campanello di allarme sono molteplici e svariati, alcuni dei quali più evidenti mentre altri possono essere più ‘nascosti’.

Immagine (Websource)

Nell’80% dei casi si determina un’ischemia a causa di un’arteria cerebrale chiusa, motivo per cui si verifica una improvvisa interruzione dell’apporto di sangue a una determinata area dell’encefalo. Nel restante 20% invece, l’emorragia cerebrale può essere provocata da una rottura di un’arteria.

Nel nostro Paese le malattie cardiovascolari corrispondono alla terza causa di morte, ragion per cui una prevenzione accurata è assolutamente necessaria, in special modo superata una certa soglia di età. Oltre ai classici sintomi come l’alterazione della vista, la perdita di equilibrio parziale o totale e il deficit di sensibilità di una parte del corpo, esiste anche un’altra sintomatologia a cui bisogna prestare attenzione.

Spesso, infatti, le vittime di un ictus non sono più in grado di parlare in maniera corretta, perdendo quasi l’utilizzo del linguaggio. Di fronte ad una situazione del genere è necessario chiamare i soccorsi oppure, se si è in compagnia di qualcuno, farsi trasportare immediatamente in ospedale, dove i medici potranno cercare di risolvere il grave danno.