Pasta, non mangiarla così o potresti contrarre un tumore: l’alllerta

E’ stato lanciato un allarme secondo il quale consumare la pasta in un determinato modo potrebbe aumentare il rischio di contrarre un tumore. Ma in quale situazione questo potrebbe avvenire?

Tutti quegli alimenti al cui interno è presente un alto contenuto glicemico causano un assorbimento molto rapido di elementi come zuccheri provocando dei e propri picchi glicemici. Questi aumentano la possibilità di crescita dell’insulina, in particolar modo dell’IGF-1 conosciuta proprio come elemento che fa aumentare la possibilità di contrarre un tumore.

Sappiamo infatti quanto sia importante scegliere un’alimentazione corretta in quanto è attraverso ciò che mangiamo che possiamo tenere sotto controllo la nostra salute e combattere la guerra contro il tumore. Infatti, coloro che scelgono di inserire nella propria dieta degli alimenti che possiedono un indice glicemico molto alto, tra cui il pane e pasta non integrale, hanno una possibilità del 50% in più di ricevere la terribile diagnosi di tumore al colon o alla vescica. E questa è una scoperta che è stata fatta da una ricercatrice in epidemiologia nutrizionale presso l’Istituto tumore di Milano, Sabina Sieri. Una ricerca che è stata riportata anche sul sito iodonna e che ha preso in analisi 45.000 persone e tra queste circa 5.000 a cui era stato diagnosticato un tumore. In base alle ricerche, si è scoperto che mangiare una quantità eccessiva di questi alimenti porta il soggetto in questione a vedere aumentato il rischio di accusare gravi problemi di salute legati al diabete tra cui il cancro all’endometrio, alla mammella, alla prostata, al fegato e al pancreas.

La dichiarazione di Sieri

La ricercatrice quindi, dopo aver ottenuto tali risultati, ha voluto commentare ciò che aveva scoperto affermando che tutti quei cibi che contengono un indice glicemico molto alto causano un assorbimento molto veloce di zuccheri ottenendo così dei picchi di glicemia capaci di aumentare tutti quei fattori di crescita legati all’insulina. Tra questi ricordiamo il fattore IGF-1 conosciuto proprio perché “noto per accrescere il pericolo di vari tumori. Inoltre innalzano i livelli di insulina stessa, che può alterare l’equilibrio degli ormoni sessuali favorendo i tumori correlati.”


Una ricerca davvero sorprendente in cui si è scoperto che abusare eccessivamente di prodotti alimentari come dolciumi e cereali raffinati potrebbe causare un serio danno nel nostro organismo. Ed è per questo motivo che è sempre bene seguire una dieta sana ed equilibrata cercando di aggiungere nella propria routine quotidiana l’assunzione di cereali integrali, verdura e frutta così da fare in modo che il nostro organismo non soffra dell’assenza di carboidrati. Infatti Sabrina Sieri continua affermando che tutti quei cibi al cui interno è presente un basso indice glicemico possiedono degli amidi resistenti senza dimenticare il fatto che al loro interno è presente una gran quantità di fibre. Inoltre la flora batterica intestinale ha il compito di trasformare ognuno di questi elementi in sostanze capaci di proteggere il nostro corpo.