Ricordate Corinne Clery? Dal successo di ‘Incantesimo’ al dramma che ha distrutto la sua famiglia

Corinne Clery è un’attrice francese molto conosciuta anche nel nostro Paese per il ruolo ricoperto nella fiction Incantesimo. L’attrice si è ritrovata ad affrontare un dramma legato proprio alla sua famiglia. A raccontarlo è la stessa Corinne nel salotto di Silvia Toffanin. Ecco cosa ha rivelato

Corinne Clery ha ottenuto il successo grazie a diversi ruoli che le hanno regalato la notorietà. Ricordiamo ad esempio l’attrice in film come Histoire d’O. Inoltre è nota anche per aver interpretato il ruolo della Bind Girl in James Bond Agente 007 – Operazione spazio. Con il passare degli anni il successo è divenuto sempre più grande.

La Clery in Italia ha avuto modo di collaborare con tanti registi, come ad esempio Carlo Vanzina, Lucio Fulci, Sergio Corbucci, Salvatore Samperi. Inoltre ha preso parte anche a diversi reali che e talent show.

Corinne Clery ha fatto parte del cast del Grande Fratello Vip, oltre che essere stata una delle concorrenti di Ballando con le stelle. Molti conoscono la donna come personaggio del mondo dello spettacolo, ma pochi sono a conoscenza del dramma che ha dovuto attraversare nel corso della sua vita. Come riportato dal sito Ciaostyle, Corinne Clery ha raccontato un dettaglio inaspettato inerente al suo passato nel corso di un’intervista rilasciata a Verissimo. Il dramma che l’attrice ha dovuto vivere è stato veramente devastante.

La rivelazione inaspettata di Corinne Clery

Corinne Clery  ha messo al mondo un figlio con Hubert Wayaffe. Il suo unico erede, di nome Alexander, con il quale il rapporto non è stato mai dei fiori. L’attrice ha raccontato il dramma che ha dovuto affrontare.

L’attrice non vede e non sente suo figlio Alexandre da ormai due anni e mezzo. Differentemente da quanto si possa pensare, nonostante una madre sia sempre legata moltissimo al proprio figlio, l’attrice ha dichiarato che non sente affatto la mancanza del ragazzo. Il figlio voleva sovrastarla continuamente, voleva essere una sorta di padrone in quanto si preoccupava per lei e prendeva ogni decisione al posto dell’attrice.

“Sono stati dieci mesi terribili, ma il giorno che ho capito che avevo una malattia e che dovevo salvarmi c’è stata una reazione antipatica da parte di Alexandre. Mi sono fatta degli esami di coscienza, non sono perfetta. Credo di aver dato l’amore, il divertimento, le coccole, i viaggi. Forse ho sbagliato, capita ma non ho fatto niente di male e probabilmente lui ha una sofferenza atavica per il papà che è stato poco presente.” Queste le parole di Corinne Clery.