Fabrizio Moro, il dramma che ha invaso la sua vita | Non usciva più di casa

La storia drammatica che si nasconde dietro il successo di Fabrizio Moro. La sua rivelazione è davvero agghiacciante 

Essere un artista, spesso, vuol dire avere una sensibilità spiccata, che puoi aiutare o anche rendere ancora più complicate determinate situazioni. Nel corso della storia abbiamo visto tanti volti noti nel mondo della musica, del Cinema o dell’arte in generale, andare incontro a momenti bui della propria vita, condizionati anche dal proprio mestiere. Fare arte non è mai semplice. Immedesimarsi in un personaggio richiede grande impegno, scavare dentro sé stessi per scrivere il testo di una canzone non è sempre cosi semplice, cosi come dare sfogo ai propri dolori attraverso una qualsiasi forma di arte.

 

Fabrizio Moro
Fabrizio Moro (web source)

Ci sono artisti, poi, che vanno anche al di là dei momenti bui, li raccontano e diventano degli esempi per coloro i quali stanno attraversando momenti complessi. Un esempio da ammirare lo è di sicuro Fabrizio Moro, tra i cantautori più apprezzati degli ultimi anni. Le sue canzoni sono un punto di riferimento per migliaia di fan che lo apprezzano e si lasciano cullare, trascinare e scuotere dalle sue canzoni. Fabrizio, dal canto suo, è un ragazzo che in questi anni ha mostrato sempre un carisma molto forte, attrattivo.

E cosi lo abbiamo ammirato anche negli scorsi mesi, quando si è presentato al ‘Festival di Sanremo’ con una canzone bellissima. ‘Sei tu’ ha convinto tutti, pur non riscontrando un posizionamento particolarmente brillante all’interno della rassegna canora. Eppure, una volta terminata l’avventura sul palco dell’Ariston, la canzone di Moro è passata in radio per settimane, con grande soddisfazione del suo autore.

Fabrizio Moro, il grande problema anche dopo la disintossicazione

Fabrizio Moro
Fabrizio Moro (web source)

Come detto, Fabrizio ad oggi è un punto di riferimento per tanti. Nella sua vita non sono stati pochi i problemi da affrontare come lui stesso ha raccontato nel tempo. La lotta contro la droga e l’alcol, ed il difficile periodo di disintossicazione. “Per anni ho abusato di alcol e droghe. Ho iniziato a 18 anni: con gli amici andavo in discoteca e prendevo pasticche, come l’ecstasy”, ha spiegato Moro a ‘DiPiù’. Poi, come detto, il momento della disintossicazione arrivato ai 27 anni. “Sono un vigliacco, ho il terrore della morte. […] A un certo punto ho iniziato a stare male, mi sentivo debole. Sono andato a fare dei controlli e i risultati mi hanno spaventato”, ha spiegato ancora il cantautore.

Ma proprio l’affrontare questo momento ha sviluppato dentro di lui un altro problema, come lui stesso ha ancora spiegato. “Quando ho capito che dovevo disintossicarmi un altro disagio è arrivato: la paura di ammalarmi ha iniziato a condizionarmi”, le parole di Fabrizio. “Ero ipocondriaco: non uscivo più di casa se non ero sicuro di andare in un luogo con vicino un ospedale”, la rivelazione. Col tempo Moro ha superato tutto questo, grazie ai sacrifici di un ragazzo che ha spinto per lasciarsi alle spalle un passato drammatico.