Ludovica Nasti, Lila de ‘L’amica Geniale’, ha dovuto combattere contro la malattia

Lila, personaggio de L’amica geniale, è interpretato da lei, Ludovica Nasti, ragazza che si è trovata faccia a faccia con un terribile male.

Un’attrice giovane dall’immenso talento, è questo ciò che descrive al meglio Ludovica Nasti. L’abbiamo vista prendere parte al cast de L’amica geniale anche se in molti la conoscevano già come modella. Un traguardo molto importante quello raggiunto all’interno di quella serie in quanto, dopo 8 mesi di provini e dopo aver superato ben 8 mila aspiranti, Ludovica riesce ad ottenere la parte di Lila.

Un’esperienza bella ed intensa quella che ha vissuto l’attrice di soli 15 anni. Ogni mattina la sveglia suonava alle 6, orario in cui iniziava la vita sul set, per terminare alle 17. Durante la pausa pranzo trascorreva il suo tempo con gli altri bambini ma non ha mai messo da parte lo studio grazie ad un insegnante privata che le era stata affidata. Una delle esperienze più belle della vita di Ludovica che le ha dato la possibilità di capire che da grande vuole fare l’attrice.

La foto di Ludovica Nasti parla da sola: una ragazzina intelligente e abbastanza furba che sa cosa vuole dalla vita e non ha paura di fare di tutto per ottenerlo. Una bambina prodigio che ha dato il meglio di sé insieme ad Elisa Del Genio. Questi i nomi delle due protagoniste della celebre serie L’amica geniale.

Ludovica interpreta Lila, un personaggio che sembra essere stato scritto proprio pensando alle terribili vicende con cui la 15enne si è trovata a fare i conti. Come leggiamo su fanpage.it Ludovica Nasti, a soli 5 anni, ha dovuto mettere tutta sè stessa per sconfiggere la leucemia.

La malattia, un male da sconfiggere

Con le sue origini campane, Ludovica Nasti è uno degli astri nascenti nel mondo dello spettacolo. La vita però non è stata benevola con lei in quanto, in quell’età in cui lei doveva pensare a giocare e a divertirsi, ogni cosa è stata stravolta dalla leucemia.

Una lunga battaglia durata ben 5 anni e avuta inizio quando Ludovica aveva spento la quinta candelina. Un dramma di cui ha parlato a lungo anche la madre Stefania: “Abbiamo sofferto e avuto paura, ma è stata proprio lei a darci coraggio: in ospedale era diventata la mascotte del reparto. […] Mia figlia ha affrontato anche gli esami dolorosi come una guerriera, per questo non abbiamo più paura di nulla. Siamo grati alla vita anche solo di aprire gli occhi ogni mattina, tutto il resto si risolverà

Una situazione molto difficile per una bambina che è stata costretta addirittura a rasarsi a zero.

Fortunatamente oggi però Ludovica può essere felice della sua vita in quanto, non solo ha sconfitto questo brutto male ma ha davanti a sé un futuro ricco di opportunità nel mondo della recitazione.