Walter Nudo, dalla tv al ricovero in codice rosso: oggi come sta

Walter Nudo è sicuramente uno dei personaggi che in televisione è stato in grado di ottenere grandi successi. Un uomo che ha da sempre attirato l’attenzione su di sé, ottenendo maggiormente consensi. Nel corso della sua carriera però non ha avuto sempre dei momenti facili, in quanto ha dovuto affrontare un periodo molto complesso.

Un dramma improvviso, lo ha portato in ospedale ad affrontare una vera tragedia. Fortunatamente è stato proprio lui a raccontare tutto ciò che ha dovuto attraversare, anche se non si può dire sia stato facile.

Tutti conoscono Walter Nudo per essere stato un celebre personaggio televisivo, in particolar modo è ricordato per essere stato il vincitore della prima edizione dell’Isola dei famosi.

Prima di esordire nel mondo dello spettacolo però, per potersi mantenere gli studi, Walter Nudo ha portato avanti svariate professioni come ad esempio il lavapiatti.

Per lui poi è arrivata la svolta, una botta di fortuna che gli ha permesso di imboccare quel sentiero  verso il successo. È stato un attore, ma anche un modello molto apprezzato. Dopo la notorietà, per un periodo è scomparso dai riflettori per poi tornare e raccontare tutto quello che ha vissuto in quel periodo così difficile.

La malattia di Walter Nudo

Nel 2019, Walter Nudo è stato costretto a sottoporsi ad un intervento chirurgico molto delicato al cuore dopo essere stato colpito da due ischemie. A raccontare tutto ciò che è successo è stato proprio lui, come riportato da Il Messaggero.

Mentre si trovava negli Stati Uniti, Walter Nudo ha iniziato a sentirsi male. Si è improvvisamente risvegliato fradicio di sudore. Si è spaventato e nonostante non avesse la forza di parlare, è stato in grado di chiamare un taxi per andare da un suo amico.

È stato portato in  seguito all’ospedale dove si è sottoposto a diversi esami clinici. Il medico lo ha messo a corrente di avere due ischemie al cervelletto. Da quel momento in poi tutto è cambiato.

“Improvvisamente ho perso la coordinazione e l’equilibrio. In pochi secondi ho perso il venti per cento del controllo del corpo. La mano sinistra non seguiva i comandi del cervello. Nausea e sudore freddo aumentavano. E intanto sentivo i medici che parlavano, parlavano… e io ero solo. Il primo istinto è stato quello di scappare. L’ho fatto, e sono stato un incosciente, ma mi sono salvato la vita”. Queste le parole di Walter Nudo che oggi fortunatamente sta bene.