“Troppo per uno come lui”: ecco che fine ha fatto Gigi Sabani, la star della tv

Gigi Sabani è stato un personaggio molto celebre all’interno del panorama televisivo italiano. Uno dei volti di punta per chi ha seguito molto la tv negli anni 80.

Oggi sembra che nessuno se ne ricordi, eppure il presentatore ha avuto un passato molto travagliato. Sembra essere stato completamente cancellato, eppure tanti ricorderanno come Gigi Sabani ha lavorato per tante trasmissioni sia per la Rai che per la Mediaset. Molti lo ricorderanno per le sue tante imitazioni, soprattutto quelle di Adriano Celentano, Toto Cutugno e Ornella Vanoni.

La triste dipartita di Gigi Sabani

La sua carriera è stata sicuramente costellata di successi, degli ottimi ruisultati che hanno avuto fine a soli 54 anni. Era il 2007 quando si è spento per sempre.

Si trovava a Roma insieme a sua sorella con la quale stava cenando, quando all’improvviso un infarto gli ha stroncato la vita. Già nelle ore precedenti l’uomo aveva accusato dei malori, precisamente un formicolio al collo, per il quale il medico gli aveva prescritto semplicemente un antidolorifico.

A seguire però si è sentito male e il malore si è trasformato in morte. All’epoca, nel momento in cui sono avvenuti i fatti, sono stati ipotizzate tantissime cause per la morte del conduttore. Oggi non si sa ancora quale sia stata effettivamente la causa della morte di Gigi Sabani.

Quando Gigi Sabani fu arrestato

Precedentemente, ci fu un altro evento che vide come protagonista Gigi Sabani e che ad oggi è sicuramente ancora molto ricordato. Si tratta dell’arresto del conduttore, il quale si è ritrovato coinvolto in una vicenda giudiziaria con Valerio Merola, Raffaella Zardo e la scuola per modelle Celebrità di Biella.

A quanto pare proprio in questa scuola sarebbero stati organizzati degli incontri privati tra celebrità e aspiranti modelle per poter favorire il loro ingresso all’interno del mondo dello spettacolo stesso. Fu Katia Duso, una ragazza che all’epoca era minorenne, ad accusare il conduttore di tentati approcci sessuali.

Gigi Sabani fu arrestato 18 giugno 1996 e fu poi scarcerato il primo luglio. Nel corso degli interrogatori, il conduttore spiegò che non vi era stato alcun incontro di tipo sessuale, bensì aveva semplicemente spiegato alla ragazza come fosse fatto il mondo dello spettacolo.

Dopo essere stato scarcerato, Sabani decise di presentare una denuncia nei confronti del magistrato per avere abusato del potere d’ufficio.

Dopo il termine delle inchieste, il conduttore venne risarcito con 24 milioni di lire a causa dei 13 giorni in cui è stato detenuto ingiustamente.