“Tradimento imperdonabile”: Gerry Scotti finisce nella bufera | Italiani con il cuore spezzato

Da poco è tornato nuovamente a condurre il game show tanto atteso su Canale 5. Eppure Gerry Scotti sembra essere pronto per intraprendere una nuova avventura.

La carriera di Gerry Scotti ha inizio come dj, per poi arrivare ad essere un conduttore radiofonico nonché era il conduttore televisivo. Oggi è sicuramente uno dei volti più amati di Mediaset.

Il pubblico ha avuto modo di apprezzarlo soprattutto per la celebre trasmissione Chi vuol essere milionario. Anno dopo anno il conduttore è stato sempre in grado di coinvolgere il pubblico in tutto ciò che fa, regalando continuamente intrattenimento.

Ora è tornato nuovamente su Canale 5 con la trasmissione Caduta Libera, che già negli anni passati ha conquistato un numero di ascolti davvero molto elevato.

Il rapporto tra Gerry Scotti e la Mediaset

Insomma Gerry Scotti fa parte di quella fetta di conduttori che non riusciamo ad immaginare al di fuori della Mediaset.

D’altronde è risaputo che da anni vi è una grandissima concorrenza tra la rete Rai e la rete Mediaset, ragion per cui non appena un personaggio sceglie di ‘passare all’altra sponda’, immediatamente si genera grande caos.

Nell’azienda del Biscione però ci sono tantissimi professionisti che almeno una volta della vita vorrebbero salire su uno dei palchi più importanti.

Il “tradimento” di zio Gerry

È risaputo che il palco dell’Ariston, dove annualmente si tiene il Festival di Sanremo, è da sempre il desiderio di tanti conduttori non solo dei cantanti stessi.

Tra i personaggi del mondo dello spettacolo che desidererebbero assolutamente condurre il festival della musica italiana c’è sicuramente Gerry Scotti.

Un conduttore che ha molta eleganza, da sempre mette grandissimo impegno in ciò che fa ed è in grado di coinvolgere costantemente il pubblico. Senza dubbio Gerry Scotti è una di quelle presenze che riesce a rassicurare e a tener compagnia soprattutto nel corso del preserale.

D’altronde Gerry Scotti vanta anche di una preparazione musicale importante, proprio perché la sua carriera nasce dalla radio.

Per questo motivo una figura come lui sarebbe perfetta per condurre il Festival di Sanremo. Tuttavia, sulla questione c’è un punto interrogativo, in quanto arrivando a realizzare questo sogno verrebbe considerata come una sorta di tradimento nei confronti della rete che da sempre lo ha accolto a braccia aperte.

Chissà se prima o poi la Rai deciderà di dare speranza al conduttore o sarà ancora una volta Amadeus ad essere al timone del Festival di Sanremo.