Giuliana De Sio, la devastante malattia che ha colpito l’attrice: “Una cosa di cui si muore”

Giuliana De Sio, famosa attrice campana, si è aperta nel racconto in cui ha parlato della malattia che l’ha colpita. Ospite di Serena Bortone all’interno del suo programma targato Rai “Oggi è un altro giorno”, l’interprete originaria di Salerno ha descritto le sensazioni da lei provate quando si è sentita ad un passo dalla morte

La nota sessantaseienne campana è una delle attrici italiane maggiormente riconosciute sia a teatro, che al cinema che in tv. Il suo debutto nel mondo dello spettacolo è arrivato intorno alla metà degli anni settanta. Nel 1976 ha recitato una parte nel film di Luigi Filippi D’Amico intitolato “San Pasquale Baylonne protettore delle donne”, mentre l’anno successivo ha preso parte ad uno sceneggiato Rai diretto da Gianni Bongianni dal titolo “Una donna”.

 

Giuliana De Sio (Websource)

A partire dagli anni ottanta ha cominciato a riscuotere un gran successo, vincendo tra l’altro alcuni premi prestigiosissimi, come il David di Donatello ottenuto nel 1983 in qualità di Migliore attrice protagonista per la sua parte all’interno della pellicola “Io, Chiara e lo scuro”. Lo stesso riconoscimento lo ha vinto anche poco meno di un decennio dopo, vale a dire nel 1992,mgrazie alla sua interpretazione del personaggio di “Emilia” in “Cattiva” di Carlo Lizzani.

Giuliana De Sio, il drammatico racconto della malattia

Ospite di Serena Bortone nella recente puntata di “Oggi è un altro giorno”, la De Sio ha confessato alla padrona di casa alcuni aneddoti riguardanti la brutta malattia di cui è rimasta vittima. Come riporta il portale web lanostratv.it, Giuliana è stata colpita da un’embolia polmonare che le ha fatto davvero temere il peggio.

Giuliana De Sio (Websource)

“Fu una cosa grave, ho avuto una trombosi, un’embolia polmonare, una cosa di cui si muore invece io non sono morta. Mi ritengo una sopravvissuta. Ho avuto la sensazione di star per morire il corpo mi ha dato questa informazione perché il corpo dà informazioni”, ha dichiarato la nota attrice che, inoltre, ha ammesso di aver provato una grande paura in quel frangente.

A darle una spinta per andare avanti e superare questo drammatico ostacolo ci ha pensato lo sport, in particolar modo il tennis: “Quando mi sono ripresa, c’era questo dottore a cui mi sono poi affezionata che mi ha detto ‘Ci andiamo a fare una partita a tennis?’ Alla vita ci torni con naturalezza, per un vivente è più naturale vivere che morire”.

Al giorno d’oggi invece, la De Sio ha smesso di giocare a tennis per via di un’operazione alla spalla “fatta male”, a causa della quale è impossibilitata a sforzare l’arto superiore in questione in maniera eccessiva.