Lutto Regina Elisabetta, ecco dov’è morta: meritava fine migliore

Addio alla Regina Elisabetta II. C’è un elemento che rende ancora più amara la sua dipartita, ecco qual è

La notizia era ormai nell’aria da diverse ore, e sembrava servisse soltanto l’annuncio per ratificare quello che sembrava essere un evento al quale tutto il Regno Unito si stava preparando dalla tarda mattinata. All’età di 96 anni si è spenta la Regina Elisabetta II. Nata Elizabeth Alexandra Mary nel lontano 21 aprile 1926, la Regina rappresentava per tutto il Regno Unito d’Inghilterra e l’Irlanda del Nord (di fatto il suo ‘reame’) una colonna portante alla quale poter guardare anche nei momenti più bui.

 

Statua della Regina Elisabetta
Statua della Regina Elisabetta (Pixabay)

Durante il Covid, ad esempio, la Regina si è spesa proprio con delle parole importanti per sostenere tutta la sua popolazione in uno dei periodi più difficili della storia recente dell’umanità. Ma la Regina è stata anche promotrice di alcune questioni importanti per tutta l’Inghilterra, ma ovviamente non solo.

In molti, ad esempio, ricordano quando nel 2010 la regina, per la seconda volta nella sua vita sul trono, rilasciò un discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il tutto, ovviamente, in qualità di Capo del Commonwealth, posizione rilievo anche per quanto concerne le questioni di geopolitica. Quello che al tempo era Segretario generale, Ban Ki-Moon, rilasciò delle parole molto toccanti rivolte proprio alla Regina, al punto da definirla “un’ancora per il nostro tempo”.

Addio alla Regina Elisabetta, ecco dov’è morta

Londra
Londra (Pixabay)

Saranno ora giorni difficili per tutto il paese. Alla morte della sovrana, infatti, sono previsti ben 12 giorni di lutto, dove di fatto tutte le attività (o quasi) subiranno uno stop legato proprio alla commemorazione della Regina. Un momento toccante, che trascinerà tutto il Regno Unito in una situazione che nella storia recente non si era mai palesata. Eppure, c’è un elemento che rende di sicuro molto amara la scomparsa di Elisabetta II.

La Regina, infatti, non si trovava infatti a Buckingham Palace. La sovrana, infatti, al momento della sua scomparsa si trovava a Castello di Balmoral, situato nella zona dell’Aberdeenshire, in Scozia. Dunque, la Regina non si trovava a Londra al momento della sua comparsa. Il castello fu acquistato dal re Roberto II di Scozia, che poi decise di usarlo come residenza di caccia.

Tutto questo, ovviamente, porterà ad una situazione ancora più paradossale. Visto che i funerali, stando a quello che dovrebbe essere il protocollo vigente, dovrebbero tenersi ad Edimburgo, per poi vedere la salma della Regina trasportata nuovamente in Inghilterra.