Vite al limite, il suo percorso è finito in tragedia: aveva solo 29 anni | Lacrime a fiumi

Un programma trasmesso su Real Time, un format che riscuote tanto successo, Vite al limite molto spesso si trova al centro della cronaca nera a causa di personaggi che vi hanno preso parte ma che purtroppo non sono riusciti a sopravvivere.

Real Time propone, da diverso tempo, un programma abbastanza particolare intitolato Vite al limite. Si tratta di un format in cui vengono raccontate delle storie emozionanti dove non mancano momenti di tristezza provocati da persone che non riescono a trovare il giusto stato di salute, una patologia legata soprattutto ad un peso eccessivo.

Molte sono state le storie che hanno fatto commuovere i tanti telespettatori, tra cui quella di un ragazzo che ha richiesto l’aiuto del dottor Nowzaradan. Sappiamo che quest’ultimo entra in gioco solo nel momento in cui ci si trova di fronte ad un caso abbastanza commovente e interessante. Egli infatti offre il suo aiuto nel momento in cui il soggetto in questione ha un alto rischio di morte proprio a causa dei chili eccessivi che ha accumulato nel corso degli anni.

La Vita al limite di Sean

Numerose sono le storie che si sono trovate di fronte al dottor Nowzaradan. Tra questi non potevamo mancare quella di Sean Milliken, un ragazzo con una delle vicende più drammatiche che è riuscita a commuovere tutto il pubblico.

All’età di 26 anni prese il coraggio e scelte di partecipare al programma Vite al limite. Al momento del suo ingresso egli pesava 450 kg. All’inizio riuscì a portare a casa grandi risultati grazie proprio al percorso suggeritoli dal dottor Nowzaradan. Purtroppo però, dopo avere subito una grande perdita, non è riuscito più a seguire il regime alimentare che gli era stato imposto, cadendo ancora una volta nel baratro. Ed è per questo che Sean si è rivolto ancora una volta al dottore, una scelta che questa volta però lo ha portato alla morte.

Il triste epilogo di Sean

Inizialmente sembrava che Sean fosse riuscito a raggiungere il suo scopo e a perdere molti chili che gli impedivano di vivere una vita normale. Purtroppo però, a causa di un drammatico episodio, il ragazzo ha cercato ancora una volta conforto nel cibo. E questo ciò che è accaduto dopo che si è trovato a fare i conti con il dolore provocato dalla morte della madre.
Cercando di ritrovare la strada alimentare giusta, come leggiamo su fortementein.it, Sean si rivolge ancora una volta al dottore Nowzaradan, una decisione di questa volta lo porta alla morte.

Il corpo di Sean infatti non è riuscito a reggere ad un ulteriore aumento di peso portando così il ragazzo a morire a 29 anni a causa di un’infezione polmonare. È abbastanza comune il fatto che, in soggetti obesi, la circolazione e l’apparato respiratorio facciano fatica a funzionare nel modo giusto.

Il programma Vite al limite è spesso oggetto di tali situazioni al punto da poter affermare che la storia di Sean non è l’unica legata ad un ingrassamento provocato da una triste perdita e ad una morte causata da un peso eccessivo