Ballando con le stelle, il lutto colpisce dritto al cuore: “Se n’è andata…”

Uno dei ballerini storici della trasmissione di Milly Carlucci, Ballando con le stelle, si è ritrovato ad affrontare un lutto davvero doloroso. Nonostante sia passato un po’ di tempo, il dolore è rimasto ancora molto vivo nel cuore.

La vita dà ma al contempo toglie. Una gioia molto spesso è accompagnata da un evento doloroso. Non capita solo alle persone comuni, ma si tratta di una situazione nota anche ai personaggi del mondo dello spettacolo. Questo lo sa bene Samuel Peron, il ballerino professionista della trasmissione di Milly Carlucci. Per lui questo sarà un anno speciale, in quanto arrivato all’età di 40 anni, diventerà papà per la prima volta.

Solo alcuni mesi fa su Instagram è arrivato l’annuncio di parte del ballerino di un figlio in arrivo. Molto presto, Samuel Peron e la compagna Tania Bambaci potranno vivere la gioia di divenire genitori. Di recente, la coppia è ospitata nello studio di Serena Bortone, alla trasmissione Oggi è un altro giorno, hanno rilasciato una lunga intervista in cui non solo hanno rivelato il nome del bambino e il sesso ma hanno anche parlato di un evento davvero drammatico che li sta accompagnando nell’ultimo periodo.

Il terribile dranna di Samuel Peron

Sono tanti anni che ormai Samuel Peron e Tania Bambaci hanno iniziato la loro storia d’amore. Non sempre la situazione tra loro è stata gioiosa, difatti nel 2013 hanno attraversato un periodo di forte crisi.

I due erano arrivati addirittura al punto di lasciarsi, ma l’amore che lui esce è stato tanto forte e il desiderio di non perdersi mai ancor di più. Oggi stanno per compiere il grande passo di diventare genitori, eppure nelle loro vite manca un tassello fondamentale.

Sono proprio le parole del ballerino che lasciano capire il grande vuoto presente nel suo cuore. Sul sito leggo.it, sono state riportate le parole di Samuel Peron, il quale solo alcuni mesi fa ha dovuto fare i conti con la morte di sua madre Gianna.

Se n’è andata con la felicità di essere diventata nonna, perché lei per una vita mi diceva ‘Mi farai diventare nonna’ e alla fine sono riuscita a realizzare questo suo sogno”.
Un dolore ancora molto forte e vivido, lasciato dalla scomparsa della donna.