Beautiful, il devastante dramma confessato dal protagonista: lacrime a non finire

Tante sono state le lacrime che i fan di Beautiful hanno versato nel momento in cui sono venuti a conoscenza di un dramma che vede come protagonista proprio un volto noto della fiction. Ma che cosa è successo?

Anche chi non segue Beautiful sa che questa è una sitcom piena di colpi di scena. Da 36 anni ormai sceneggiatori ne inventano di cotte e di crude per fare in modo che il programma non perda interesse e che quindi i telespettatori continuino a seguire sicuramente ogni puntata.

Logo Beautiful foto rete ildemocratico.com 20221125
Logo Beautiful foto rete ildemocratico.com

Durante le ultime puntate, a sconvolgere l’intero equilibrio della famiglia protagonista della sitcom è stato il ritorno di Sheila.

Adesso però sembra che sia il turno di Deacon Sharpe l’ex fiamma di Brooke e il padre biologico di Hope. Sarà proprio lui a dare uno scossone notevole alla serie recuperando in qualche modo il rapporto con la figlia e cercando di farsi dare una seconda opportunità dalla Logan. La domanda che molti si pongono è: sarà in grado nel portare a termine questa missione?

La lunga intervista rilasciata da Sean Kanan

L’attore Sean Kanan si è lasciato andare in una lunga intervista rilasciata al settimanale TV Sorrisi e Canzoni. Egli ha raccontato: “A 50 anni ho vissuto un momento durissimo. Il lavoro non ingranava, ero in crisi, bevevo troppo, stavo scivolando nella mediocrità. Ma ho capito che non potevo aspettare il treno giusto, quel treno dovevo costruirlo io. Ammettendo i miei errori mi sono scoperto più forte”.

Come leggiamo sul sito lanostratv.it, per cercare di dare una mano alle persone in difficoltà, ha voluto mettere nero su bianco tutta la sua esperienza di attore scrivendo un libro motivazionale dal titolo “Il metodo del cobra. Scatena la tua potenza interiore”.
Si tratta di un progetto nato grazie alla passione per il karate.

Sean kanan ildemocratico.com 20221125
Sean Kanan ildemocratico.com

Ricordiamo infatti che Kanan ha ricoperto il ruolo di Mike Barnes nel film Karate Kid III, un personaggio che poi abbiamo rivisto anche all’interno della quinta stagione della serie targata Netflix, Kobra Kai.
Ma se è riuscito ad ottenere tanto nella vita il merito va anche alla moglie Michelle, donna con la quale produce “studio City “un progetto di riuscito a portare a casa a tre Emmy. A questo riguardo l’attore rivela:

“Io e mia moglie facciamo un lavoro creativo e quindi ogni tanto qualche frizione c’è: non sempre la pensiamo allo stesso modo ma è da lì che nascono le idee migliori. Però lei ha molte più frecce al suo arco di me”.
La loro è una bellissima famiglia allargata formata dalla figlia dell’attore e da ben quattro figli della moglie. Una famiglia che però non vive più insieme in quanti figli ormai sono grandi e hanno scelto di seguire la loro strade.