Gerry Scotti, la carriera abbandonata: così ha mollato tutto

Gerry Scotti è uno dei conduttori più apprezzati all’interno del contesto televisivo. La sua vita stava per portarlo verso tutt’altra strada

Gerry Scotti
Gerry Scotti (Instagram)

Uno dei conduttori più amati dal pubblico, ed uno dei volti che ha fatto la storia degli ultimi anni della televisione italiana. Quello di Gerry Scotti è un profilo che di sicuro è entrato nei cuori di milioni di italiani, ai quali il conduttore tiene compagnia con una serie di programmi iconici della televisione italiana. Da ‘Passaparola’ al famosissimo ‘Chi vuol essere milionario’, pezzi di storia che hanno fatto anche la fortuna di Scotti, associato in maniera indissolubile a questi format.

Ma, ovviamente, questi sono soltanto alcuni dei successi che lo Zio Gerry ha magistralmente portato a casa. Senza considerare le sue partecipazioni come ospite a tantissimi programmi, o l’esperienza di giudice a ‘Tu si que vales‘. Negli ultimi mesi, poi, proprio il conduttore è finito al centro dell’attenzione, e stavolta non per qualcosa di cosi positivo.

Gerry, infatti, ha dovuto combattere anche contro il Covid nel corso degli scorsi mesi, preoccupando ovviamente tutti i suoi fan e finendo anche in ospedale. Un’esperienza molto forte, che ha visto il conduttore nativo di Miradolo Terme uscirne più forte di prima. Quella di Scotti, però, è una carriera straordinaria, ma stava per andare in tutt’altra direzione.

Leggi qui —> Grazia, la vedova di Lucio Battisti: dopo la tremenda disgrazia ecco che fine ha fatto

Leggi qui —> Avete mai visto dove vive Adriano Celentano? Casa sua farebbe morire d’invidia chiunque

Gerry Scotti, quando abbandonò tutto

In giovane età, infatti, per Gerry i programmi erano decisamente diversi. Il conduttore, infatti, aveva intrapreso un percorso di studi molto specifico, che si è interrotto praticamente ad un passo dallo step finale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gerry Scotti (@gerryscotti)

Gerry, infatti, aveva cominciato a studiare Giurisprudenza. In realtà, a dirla tutta, aveva quasi finito, arrendendosi praticamente a pochi passi dalla Laurea. Il motivo? Lavorare in un’agenzia pubblicitaria, un’aspirazione alla quale il buon Scotti evidentemente ambiva per arrivare poi ad altro.

Mi volevano avvocato“, racconta Gerry parlando dei suoi genitori e la sua esperienza universitaria. “Hanno fatto grandi sacrifici per farmi studiare. Mi sono fermato a 23 esami su 26, non ho mai finito il percorso universitario di Giurisprudenza. Però questa lacuna l’ho portata dentro. Penso che questo dispiacere sia stato l’unico dato ai miei genitori”, le sue parole ai microfoni di ‘Verissimo’.