Silvia Toffanin racconta le oppressioni subite: “Non mi faceva uscire…”

La presentatrice Silvia Toffanin non parla quasi mai di sé. Questa volta ha voluto condividere un incredibile ricordo del suo passato

Silvia Toffanin è sicuramente uno dei volti Mediaset più noti degli ultimi vent’anni. Dopo aver esordito come letterina di Passaparola al fianco di Gerry Scotti nel 2000, la sua carriera è decollata al punto che oggi è una delle conduttrici televisive più affermate.

Il programma che le ha regalato la fama eterna è senza dubbio Verissimo, che presenta dal 2006. Prima di lei, il volto storico della trasmissione di Canale 5 era stato quello di Cristina Parodi.

La compagna di Pier Silvio Berlusconi è una persona molto riservata e anche se è abituata a intervistare i vip, sono poche le volte in cui si ritrova lei a dover rispondere alle domande. Non parla quasi mai della sua vita privata e non usa i social, ma ogni tanto si lascia scappare qualche rivelazione inaspettata.

Silvia Toffanin, la rivelazione sul suo passato

La vita privata di Silvia Toffanin è abbastanza misteriosa. Di lei si sa che è legata da circa vent’anni al secondogenito di Silvio Berlusconi, con il quale ha due figli. La coppia non si è mai sposata ma è affiatatissima.

Si sa, inoltre, che è affezionatissima alla sua famiglia. Ha una sorella minore, Daiana, che le somiglia molto ma preferisce tenersi alla larga dai riflettori e ha raccontato di aver trascorso la sua infanzia specialmente con i nonni.

Dei genitori sappiamo che era molto vicina alla mamma Gemma, che purtroppo è scomparsa pochi mesi fa a causa di una malattia. Anche al padre vuole molto bene e a proposito del suo rapporto con lui ha confessato un fatto incredibile.

Leggi anche -> Silvia Toffanin e il rifiuto del matrimonio con Piersilvio: “MI spaventa…” | Ecco il vero motivo

Leggi anche -> Ricordate MIchela Miti, star della commedia Italiana? Oggi è caduta in miseria | Ecco che fine ha fatto

Leggi anche -> Amadeus, la brutta malattia che l’ha colpito: “Tra la vita e la morte”

La showgirl ha spiegato di avere un padre molto geloso e che, quando era ragazzina, era molto protettivo nei suoi confronti. Quando gli amici le citofonavano per uscire, lui mentiva dicendo che la figlia non era in casa e quando lei andava in discoteca lui l’accompagnava e la aspettava nel parcheggio. “In paese usava che i ragazzi […] citofonassero per dire ‘scendi’, senza esserci messi d’accordo prima. Rispondeva mio padre, e ogni volta: ‘Silvia non c’è’. Non mi faceva uscire“. Inoltre ha aggiunto che entrambi i genitori l’hanno sostenuta quando si è trasferita a Milano e che con il papà sono sempre stati in ottimi rapporti.