Laura Pausini, la carriera a rischio per la malattia: “Quattro mesi terribili”

Laura Pausini ha vissuto attimi di puro terrore e spavento ultimamente. Ha visto la sua vita cadere in pezzi di fronte ai propri occhi 

laura pausini

Laura Pausini, nata il 16 maggio del 1974 a Faenza in Emilia Romagna, eredita la sua passione per la musica dal padre Fabrizio Pausini famoso cantante di piano bar. Ottiene il suo primo successo musicale nel 1993, quando vince il Festival di Sanremo nella sezione Novità con l’ormai famosissimo brano La Solitudine.

La sua carriera va sempre più in ascesa e, con la sua voce potente, conquista il panorama discografico italiano e straniero. Laura Pausini dopo il Nastro D’argento, interprete ed autrice della migliore canzone originale 2021. Inoltre anche per Io sì (Seen) del film originale Netflix La vita davanti a sé di Edoardo Ponti con protagonista Sophia Loren, ha ringraziato tutti coloro che hanno voluto premiarla.

Questo ringraziamento è avvenuto attraverso un video pubblicato sul web che ha raccolto l’applauso virtuale del popolo. Però la Pausini, dopo aver vissuto come tutti il duro periodo del lockdown, ha avuto un’esperienza traumatica. Laura Pausini ha voluto ringraziare così: “Sono davvero molto felice e onorata. Ricevere un premio in Italia per me vale più di qualsiasi cosa, vi ringrazio davvero con tutto il cuore”.

La malattia che ha minacciato la carriera di Laura Pausini

“Questa canzone Io sì mi ha portato tanta fortuna e sono contenta di poter avere tra le mie mani l’Italia e questo premio. Grazie mille!”. Il Nastro D’argento arriva dopo altri riconoscimenti quali la vittoria del Golden Globe e la candidatura agli Oscar 2021, aggiungendosi al Grammy ed a ben quattro Latin Grammy Awards.

Eppure tempo fa l’artista ha dovuto fronteggiare un periodo davvero duro. La Pausini ne parla a Radio DJ, al programma Deejay Chiama Italia, in cui rivela un episodio veramente terrificante. Infatti l’artista, alcuni anni fa, è colpita da una patologia che le ha ha causato la perdita della voce addirittura per quattro mesi. Ha visto crollare la sua carriera di fronte agli occhi.

Laura dichiara: “Questa esperienza mi ha traumatizzata. Sono stati quattro mesi terribili che mi hanno segnata”. In quel momento difficile, Laura Pausini fortunatamente è supportata da un suo vecchio amico. Si tratta di Pippo Baudo che, tra le altre cose, nel lontano 1993 l’ha tenuta a battesimo.

Leggi anche -> Caterina Balivo, l’allontanamento dalla tv: il motivo è drammatico

Leggi anche -> Michelle Hunziker, il terribile dramma vissuto in casa: “Sul letto con un coltello in mano”

Leggi anche -> Fabrizio Corona è malato e la madre ha paura: “Il suicidio…”

Sul palco dell’Ariston c’era proprio lui quando la cantante ha riportato a casa il Festival di Sanremo nella sezione Novità con La solitudine. Baudo l’ha accompagnata in Austria per farle ricevere le giuste cure e le ha inoltre suggerito di tenere sempre sotto osservazione la propria salute.