Massimo Giletti, dai ricoveri continui alla sua vita a rischio: il dramma del conduttore

Massimo Giletti vanta una carriera veramente incredibile. Ma alcuni momenti della sua vita sono veramente drammatici  

Massimo Giletti nella sua vita ha dovuto fronteggiare un male che lo ha messo con le spalle al muro. Sin da ragazzo ha vissuto diversi ricoveri a causa di una forma molto aggressiva di scoliosi. Racconta di aver fatto 30 viaggi a Lourdes e molti contatti con i malati. Afferma che per lui quello è il posto dove esiste la presenza della Madonna.

Massimo Giletti

Quegli anni di sofferenza lo hanno temprato. Ma un nuovo evento drammatico si abbatte sulla sua vita. Giletti ha ricevuto delle minacce dirette dal boss Graviano per un suo intervento riguardo la scarcerazione di alcuni boss a causa dell’emergenza Coronavirus. Nello specifico le sue riflessioni criticavano la molta attenzione che il programma di Giletti aveva portato sulla vicenda in questione. Stiamo parlando della trasmissione Non è l’arena in onda su La7.

Il giornalista quindi è stato affidato alla tutela dei Carabinieri. Giletti ovviamente si è espresso in merito alla questione. Il commento del giornalista e conduttore Tv recita “Sono molto dispiaciuto e non posso dire molto. E’ obbligatorio, non posso sottrarmi. Solo noto che questo della scorta arriva dopo che un quotidiano nazionale ha riportato le parole del libro di Lirio Abbate. Perché hanno preso questo provvedimento solo dopo che la notizia è stata pubblicata da un giornale?”.

L’incubo vissuto da Massimo Giletti

Massimo Giletti

Parole molto forti quelle di Giletti che non possono non far riflettere sull’argomento. Lo scorso maggio Graviano, condannato per le stragi del ’92 e del ’93, è stato intercettato all’interno di un carcere di massima sicurezza. Nello specifico il boss fa riferimento sia riguardo il lavoro portato avanti da Massimo Giletti sia del magistrato Nino Di Matteo dicendo. Ecco le sue parole: Il ministro fa il lavoro suo e loro rompono il caz..”.

Il tutto è avvenuto dopo la puntata del 10 maggio. Una puntata particolare in cui Giletti aveva letto l’elenco dei nomi dei boss che stavano per essere scarcerati a causa dell’emergenza della pandemia da Coronavirus. Già in altre puntate il conduttore aveva affrontato questo argomento così spinoso e delicato.

Ecco la dichiarazione del conduttore dopo poche settimane dall’accaduto. “Confermo tutto, sono sotto scorta da due settimane ma non ho altro da aggiungere. Il pezzo di Saverio Lodato spiega bene quanto è accaduto”.

Leggi anche -> Barbara D’Urso, era il 2018, la corsa al pronto soccorso: il retroscena mai rivelato

Leggi anche -> Cecilia Rodriguez, dopo la sorella anche lei fa il grande annuncio: ecco la sua nuova creatura

Leggi anche -> Alessandro Gassman, la malattia massacrante che l’ha colpito: “Questo strano male”

Il direttore di La7, Andrea Salerno, su Twitter lancia un messaggio di solidarietà verso Massimo Giletti. Il contenuto recita che la scorta per Massimo Giletti è un pessimo segnale. La migliore risposta è continuare ad andare in onda con il proprio lavoro.