Federico Zampaglione dei Tiromancino, la paura di morire: “sintomi causati da una malattia al cervello”

Ve li ricordate i Tiromancino? Uno dei membri, Federico Zampaglione, ha confessato la sua paura di morire con il cuore in mano

 

Federico Zampaglione, cantante nato nel 1968, è uno dei fondatori dei Tiromancino. Attraverso l’album La descrizione di un attimo i Tiromancino sono riusciti a conquistare numerosi riconoscimenti. Sia da parte del pubblico che della critica, soprattutto grazie alla presenza del brano Due destini.

Federico Zampaglione

Nel 2006 ha fatto il suo debutto all’interno del mondo del cinema, ricoprendo il ruolo di regista. In questa occasione ha creato il suo primo lungometraggio dal titolo di Nero bifamiliare. È stato questo un progetto in cui ha lavorato insieme alla compagna ed attrice Claudia Gerini. Nel 2007 ha partecipato al Festival di Sanremo in cui è riuscito a classificarsi tra i primi 10.

Insieme a Fabri Fibra ha collaborato nel 2009, con il brano Incomprensioni. Il 2010 è stato l’anno in cui nelle sale è uscito il suo secondo film, Shadow. Nel 2011 ha lavorato con un artista molto famosa, Noemi. Infatti per lei ha scritto musica e testi del brano Poi inventi il mondo canzone presente nell’album Rosso.

Quella malattia che ha messo in ginocchio Federico Zampaglione

Federico Zampaglione

Nonostante il suo grande successo, Federico Zampaglione ha attraversato un periodo molto difficile della sua vita avvenuto durante l’estate scorsa. Ecco che cosa ha rivelato durante un’intervista: “Ora che il disco è finito voglio confessarvi una cosa: ad un certo punto ho temuto di non poter portare a termine il lavoro. Un giorno di questa estate mi sono svegliato con uno strano senso di malessere e delle terribili vertigini che giorno dopo giorno diventavano sempre più oppressive, fino quasi a non poter camminare”.

“Ho dovuto fare alcuni concerti seduto con la paura di cadere mentre tutto vorticava intorno a me”. È stato proprio il leader dei Tiromancino ad affermare di aver immaginato ormai il peggio a seguito della morte della mamma avvenuta nel mese di novembre. Infatti gli stesso afferma di essere stato a lungo sotto analisi e di non riuscire a capire quale fosse il motivo del suo male.

I medici lo hanno messo di fronte a scenari inquietanti in cui hanno paragonato ciò che gli stava accadendo con gli stessi sintomi che aveva avuto la madre prima di morire. Il tutto a causa di una malattia al cervello. Federico così ha affermato di essere stato molto spaventato e di aver creduto di morire alla fine.

Nonostante ciò si recava ogni giorno in studio con lo scopo di fare aiutare il fratello a terminare l’album. Dopo numerosi esami si è poi finalmente scoperto il motivo di salute che grava su Federico. Durante alcuni duri allenamenti in palestra i nervi del suo collo si erano terribilmente infiammanti, dando vita perciò alle vergini.

Federico racconta questa esperienza terribile con parole molto drammatica. Afferma però che tutto ciò che ha vissuto sulla sua pelle gli ha permesso di poter apprezzare ciò che ha veramente valore nella vita.