Talentuoso fin da bambino, oggi riempie gli stadi: ecco chi è

C’è un cantante italiano molto famoso che sin da adolescente aveva un talento straordinario. Oggi riempie gli stadi con milioni di fan. Ecco di chi si tratta.

baglioni da bambino talento
Claudio Baglioni da bambino (WebSource)

Nato a Roma il 16 maggio 1951, Claudio Baglioni è uno dei cantanti italiani più apprezzati ed ascoltati nel nostro paese.

Il suo talento è in continua evoluzione e la sua voce ha un’estensione vocale oggi è di 3 ottave mentre fino ai primi anni 2000 era di 3 ottave e mezzo.

Conosciuto non solo in Italia, ma anche in Spagna e in Francia, una delle sue canzoni più famose, Questo piccolo grande amore, è stata eletta nel 1985 come canzone del secolo e in seguito tradotta in portoghese per il pubblico brasiliano e del Portogallo.

Numerosi sono i premi che Baglioni ha ricevuto nel corso della sua carriera tra cui: due vittorie al Festivalbar, otto Vota la voce, otto Music Awards, un Premio Lunezia e sei Telegatti.

Baglioni detiene il record italiano di spettatori paganti in un singolo concerto in uno stadio. Esattamente il 6 giugno 1998 allo Stadio Olimpico di Roma erano ben 88.756 persone ad assistere alla sua performance.

Il suo disco La vita è adesso del 1985 è l’album più venduto in Italia, con il record di 4 milioni di copie acquistate.

Il suo talento lo ha anche reso conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo per due edizioni consecutive: quella del 2018 che vide vincitori Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano Non mi avete fatto niente e quella del 2019 che si concluse con la vittoria di Mahmood con il brano Soldi.

Baglioni e la passione per la musica sin da ragazzo

Baglioni da bambino talento stadi
Claudio Baglioni (WebSource)

La carriera artistica di Claudio Baglioni inizia sin da adolescente. A tredici anni infatti, partecipa ad un concorso canoro di nuove voci esibendosi con un brano di Paul Anka e vincendo l’anno successivo la stessa gara con un brano di Iva Zanicchi e Gene Pitney.

Nel 1965 riceve in regalo la sua prima chitarra e comincia a suonare canzoni di Fabrizio De Andrè venendo rinominato dai suoi amici Agonia per via del suo look particolare.

Baglioni talento stadi
Claudio Baglioni “Agonia” da ragazzo (WebSource)

In quegli anni Baglioni vestiva con degli occhiali spessi, maglioni neri a collo lungo e le sue canzoni si ispiravano ai testi di Edgar Allan Poe.

Il successo avviene quando il cantautore decide di dedicarsi alla musica sentimentalmente tormentata riscuotendo un grande successo negli anni ’60 con canzoni come Signora Lia.

Da quel momento Baglioni è diventato uno dei cantautori che ancora oggi fa sognare milioni di italiani e non grazie alla sua musica.