Bollette troppo alte? Ecco il trucco (illegale) per risparmiare

Questo trucchetto potrebbe farvi risparmiare centinaia di euro in bollette. Peccato che non sia legale

Quando arrivano le bollette non è mai una bella notizia. A volte, il loro arrivo può essere una vera e propria batosta e molte persone quasi preferiscono ignorarle, come se questo bastasse per farle magicamente sparire.

 

Quando ci si trova già a dover pagare un mutuo o un affitto, queste imposte possono davvero andare ad aggravare una situazione economica già di per sé critica. Infatti, per quanto ci si impegni per risparmiare, la quantità di euro da pagare che quei documenti richiedono ci appare sempre troppo alta.

Per questo, anche se non sono giustificabili, alcune persone utilizzano una sorta di trucchetto per barare sulla cifra da versare. Specifichiamo che questo fatto non è assolutamente legale e perciò non invitiamo nessuno a metterlo in pratica.

Bollette, ecco come pagare meno

L’arrivo delle bollette non è mai amato e quasi sempre porta con sé diverse difficoltà. Spesso, tra l’altro, vengono imbucate nella cassetta della posta con un anticipo di pochi giorni prima della scadenza e questo contribuisce solo a far salire l’ansia. Oltre a trovare i soldi per pagare, infatti, bisogna anche stare attenti a rispettare il limite di tempo o si dovrà aggiungere anche una penale.

Per pagare di meno, si può sempre ricorrere a utili accorgimenti, che servono non solo a risparmiare ma anche a salvaguardare la salute del nostro pianeta, già di per sé piuttosto precaria. Occorre stare attenti a spegnere tutte le luci quando non ci servono, staccare le spine (ad esempio quella del caricabatterie del cellulare o del computer, che inquina tantissimo), chiudere l’acqua mentre ci laviamo i denti.

Se tuttavia questi consigli non si rivelassero sufficienti, c’è sempre un trucchetto illegale a cui alcuni ricorrono per avere una bolletta più leggera e tenere al riparo il conto in banca. Ecco di cosa si tratta: attenzione, va assolutamente contro la legge!

Per barare sulla quantità di elettricità, gas e acqua utilizzati nel corso dei mesi si può usare un magnete che altera il numero segnato sul contatore. Nonostante sia illegale, sembra che molti furbetti lo usino qui in Italia. La calamita deve essere posizionata in modo tale da saturare il nucleo del trasformatore, arrivando a segnalare risultati diversi. Se si viene beccati però, si rischia una multa molto salata e una denuncia per furto di energia elettrica: meglio stare attenti a consumare di meno.