Christian De Sica, la rivelazione sulla malattia: “Ne sono terrorizzato più della morte”

Christian De Sica ha rivelato di avere paura di qualcosa che lo terrorizza più della morte. Ecco di cosa si tratta.

Christian De Sica Malattia
Christian De Sica (WebSource)

Christian De Sica, è uno degli showman italiani che il cinema abbia mai avuto. Figlio dell’indimenticabile Vittorio De Sica, l’uomo vanta nella sua carriera numerosi successi cinematografici affermandosi anche come cantante e presentatore grazie alle sue capacità artistiche e vocali.

De Sica è molto umile ed ha un rapporto sereno e tranquillo con i suoi fan al infatti non si sottrae quasi mai per una stretta di mano o una foto, e questo suo comportamento non ha fatto altro che farlo amare da parte del pubblico.

L’attore ha preso parte a molte commedie italiane, ricoprendo ruoli di diverso genere, condividendo la scena con colleghi che negli anni ottanta hanno regalato momenti di spensieratezza agli spettatori. Tra i tanti che hanno collaborato con lui ricordiamo: Jerry Calà, Claudio Amendola, Lino Banfi e per finire Massimo Boldi.

Proprio con quest’ultimo De Sica ha vissuto un periodo d’oro dato ai grandi successi dei cinepanettoni. Ma per un qualche anno i due non si sono rivolti la parola, lo strappo avvenuto nel 2005 che è stato risanato nel 2018 con il film Amici come prima.

Sposato con Silvia Verdone dal 1980, sorella dell’attore e regista Carlo Verdone, la coppia ha due figli, Brando, regista e attore che segue le orme del padre anche se un po’ più in sordina e Maria Rosa, costumista.

La grande paura di Christian De Sica

Christian De Sica malattia
Christian De Sica (WebSource)

Christian De Sica, sulle pagine del settimanale Tv Sorrisi e Canzoni ha rivelato di aver paura di qualcosa che lo spaventa più della morte.

Quello che l’attore teme è scoprire di avere qualche malattia.

“Per fare questo lavoro ci vuole una salute di ferro” – dichiara De Sica – “Mi terrorizza l’idea di ammalarmi più della morte. Ho cominciato a lavorare da quando ho 18 anni, oramai sono quasi 50 anni di carriera. Quando sono a teatro e comincio a salire le scale per andare in scena ho paura di dimenticarmi le battute”.

“Mi piacerebbe girare un film intitolato La porta del Cielo che racconta l’incontro tra mia madre Maria Mercader e mio padre mentre lui girava per l’appunto questo film. Netflix potrebbe aiutarmi a realizzarlo. Chissà”

“Per quanto riguarda il genere a cui sono devoto” – continua l’attore nell’intervista -“ho dovuto scegliere quello della commedia italiana con momenti di suspance. La cosa difficile è stato per alcuni film trovare l’equilibrio tra la commedia e un altro genere”.