“Non riesco a..” : la confessione di Mika sulla sua malattia

La vita di Mika non è stata facile: ecco come svela le sue difficoltà ad andare avanti. Il suo carattere tenace però lo aiuta molto.

Rivelazione musicale ormai quasi 10 anni fai, Mika è oggi un artista ormai affermato. Talento incredibile nel canto, inizia a cantare già da bambino. Nonostante la sua infanzia molto difficile, ha sempre trovato il modo di credere in se stesso e nelle sue capacità. Contro tutto e tutti. Per il lavoro del padre, a 7 anni ha dovuto vivere all’interno dell’ambasciata americana in Kuwait per 7 mesi. Oggi lo conosciamo come carismatico giudice a X Factor, ma non è sempre stato cosi.

 

Nella sua vita Mika ha dovuto affrontare anche la difficoltà di fare coming out. In un mondo come quello dello spettacolo non è mai facile fare scelte del genere. Alla lunga però il cantante è stato ripagato di questa sua sincerità. Ora i fans lo apprezzano molto di più e hanno capito che si tratta di una persona sensibile e forse anche un po’ fragile. Nelle sue canzoni canta la spensieratezza, forse proprio per andare contro un animo troppe volte soffocato dalle difficoltà. Soprattutto di quando era bambino.

Mika e il suo dramma che poteva costargli la carriera

Le difficoltà per Mika non sono solo derivate dalle sue scelte personali, ma anche purtroppo da dei disturbi venuti fuori da bambino. Prima di essere tutto quello che oggi conosciamo, Mika era un ragazzo molto particolare e introverso. Non ha avuto una infanzia facile, ma ha trovato nella musica un motivo per andare avanti e non abbattersi mai. Il cantante infatti a scuola faceva molta fatica a relazionarsi con gli altri compagni e aveva molte difficoltà nello studio. A un certo punto è arrivata la diagnosi: dislessia.

A Radio Deejay ha raccontato: “Sono molto dislessico. Non riesco a scrivere con la penna, ma solo con la tastiera. Non riesco a leggere neanche l’orologio. Da piccolo ho cambiato tre volte scuola, prima in Francia poi in Inghilterra, dove sono stato bocciato”. Proprio quando tutto sembrava perduto, ecco che arriva una scoperta. La musica. “Grazie alla musica ho potuto fare qualcosa di buono senza sentirmi stupido” – ha detto il cantante, che finalmente aveva trovato il modo di sentirsi realizzato. A 11 anni ha iniziato a cantare alla Royal Opera House di Londra. Oggi Mika conosce e parla correntemente 7 lingue tra cui inglese, spagnolo, italiano e francese. Volere è potere.