Gerry Scotti oltre alla tv produce vini: ecco quanto costano

Simpaticissimo e amatissimo, il popolare conduttore di Mediaset è anche una buona forchetta. Sapevate però che ha anche una grande passione per i buoni vini? 

Gerry Scotti non è solo lo scanzonato e divertente presentatore televisivo che ormai conosciamo da più di 30 anni. E’ sempre lui il primo, complice la sua autoironia, a definirsi una buona forchetta per via della sua stazza. Inconfondibile il suo stile di conduzione, che ha fatto divertire milioni di telespettatori. Mai un gossip o un pettegolezzo, Gerry è una persona molto seria e garbata. Lo si nota per come tratta i concorrenti nei suoi game show: ne ha condotti infatti davvero tanti. Da “Passaparola” a “Chi vuol essere milionario”, fino a “Caduta libera“, passando anche con varie apparizioni a “Avanti un altro”.

 

La sua carriera è nata però in radio, all’inizio degli anni 80. In quel periodo ha conosciuto anche tanti amici che oggi sono suoi colleghi, come Claudio Cecchetto, Carlo Conti, Giorgio Panariello, Amadeus. La sua bonarietà e la sua sincerità d’animo gli hanno garantito una stima e un affetto incondizionato sia tra il pubblico Rai sia da quello Mediaset. Il talento infatti è proprio quello di porsi in maniera gentile ma allo stesso tempo frizzante e positiva: in questo modo le persone che lo guardano da casa si sentono sempre molto coinvolte.

Gerry e i vini: ma quanto costa una sua bottiglia?

Persona semplice, che non ha mai dimenticato le sue origini nonostante il successo, Gerry è un grandissimo appassionato di vini. Questo non è un caso, però: è vero che gli piace la buona tavola, ma questa passione arriva da lontano, dalla sua famiglia. “Il mio ricordo d’infanzia è la vigna di mio nonno e tutto ciò che questo significava per la mia famiglia” – ha infatti raccontato Gerry al portale “Cronache di Gusto”.  “Sono nato in campagna, e di quei luoghi ricordo tutto, i profumi, i sapori, i colori. Dopo essere stato sui palcoscenici più importanti, ho pensato di fare una cosa che mi avrebbe reso felice: provare a fare un vino che mi rappresentasse in tutto e per tutto, genuino, sincero”.

Cosi Gerry si è messo a produrre vini. Col tempo il suo marchio ha raggiunto anche un discreto successo. I suoi vini sono per veri intenditori: si tratta infatti di vini perlopiù liquorosi, molto raffinati, da assaggiare nelle grandi occasioni. I suoi vini pregiati però hanno anche un costo non proprio alla portata di tutti. L’Oltrepò Pavese Barbera DOC “Regiù” che produce, costa solo 8,90 euro. I prezzi si alzano però con la Buttafuoco DOC “’56”, (croatina, barbera, uva rara, ughetta) che costa quasi 30 euro.