Monica Vitti, dopo la morte spunta l’erede: ecco a chi spetta l’enorme patrimonio

Monica Vitti ha chiuso gli occhi a 90 anni. La famosa attrice e icona indiscussa del cinema è stata accanto a lui per tantissimo tempo 

 

La sua carriera è stata talmente incredibile che ha costruito nel corso degli anni una notorietà incredibile accanto ai volti più importanti del nostro cinema. Infatti, proprio al fianco di attori come Alberto Sordi, è riconosciuta come la regina del cinema comico italiano. Monica Vitti è una vera e propria icona del grande schermo che, giorno dopo giorno, raggiunge una fama inimitabile.

monica vitti erede

Purtroppo, negli ultimi anni della sua vita, ha dovuto combattere con una malattia molto importante e che l’ha segnata nel profondo. Una patologia molto simile all’Alzheimer e che ha provocato non pochi disturbi nel corso del tempo. Da poco aveva compiuto 90 anni, ma improvvisamente nella giornata odierna si è spenta.

Nel momento in cui, Monica Vitti viene colpita da quell’aggressivo morbo neurodegenerativo, si sono sguinzagliate diverse teorie e voci riguardo sia la sua vita che il suo stato di salute. Soprattutto, tutto ciò si amplifica quando, nel 2002 si ritira definitivamente dalle scene. Già l’anno precedente l’avevamo vista meno presente pubblicamente, quando si era recata per ricevere i David di Donatello al Quirinale.

Monica Vitti e il legame indissolubile con lui

monica vitti erede

Maria Luisa Ceciarelli, questo il vero nome della Vitti, nasce nel 1931 a Roma. Sul grande schermo arriva nel 1955 proprio quando ottiene una parte minore all’interno di Adriana Lecouvreur di Guido Salvini. Negli anni successivi inizia la sua scalata verso il successo, tanto da diventare una star internazionale accanto ad Alberto Sordi. Al suo fianco, da tantissimi anni, c’è stato sempre lui. Colui che vive gli anni migliori di Monica Vitti è, senza ombra di dubbio, Roberto Russo.

Possiamo considerarlo come il suo vero ed unico erede, visto che sono stati legati per più di 40 anni. L’attrice era sul set di Flirt nel 1983, lì incrocia lo sguardo con quello che poi sarebbe diventato l’uomo della sua vita. La differenza di età per loro non è assolutamente un problema, lei aveva 52 anni e lui 36. Addirittura, quel film dove si sono conosciuti, permette a Russo di ottenere anche un David di Donatello nonostante fosse la pellicola del suo debutto.

Il 28 settembre del 2000, dopo 27 anni di fidanzamento, Roberto Russo e Monica Vitti convolano a nozze. Celebrano un rito intimo e senza troppi sfarzi al Campidoglio. Ma, poco dopo il fatidico sì, l’attrice inizia a soffrire di quella patologia.

“Le preparerò una torta con una candelina simbolica e insieme passeremo una delle tante giornate che abbiamo condiviso. Ci conosciamo da 47 anni, nel 2000 ci siamo sposati in Campidoglio e prima della malattia, le ultime uscite sono state alla prima di Notre Dame de Paris e per il compleanno di Sordi”.

Un morbo neurodegenerativo che l’ha profondamente segnata. Ma quello con Roberto Russo è un amore che, un’altra volta, è riuscito a mettere a tacere tutti.