Giovanni Allevi, il trauma distruttivo: Ad un passo dal baratro

Giovanni Allevi, protagonista indiscusso della musica italiana, da piccolo ha affrontato un trauma molto particolare

La musica italiana negli anni ha avuto la fortuna di vantare delle personalità molto importanti, che hanno scritto pagine iconiche. E cosi, proprio dall’Italia, ci sono stati artisti che hanno avuto la capacità di incarnare degli ideali importanti, di trasmettere emozioni e non soltanto prestarsi ad un mero discorso consumistico, come purtroppo spesso accade soprattutto da qualche anno a questa parte. Insomma, per gli ascoltatori più accaniti è stato possibile davvero assistere all’esplosione di alcuni tra i musicisti più importanti della nostra storia anche in questi anni.

 

Giovanni Allevi
Giovanni Allevi (web source)

Il caso, ad esempio, di Giovanni Allevi, volto storico della musica nostrana. Pianista, compositore ed in generale ragazzo che ha saputo conquistare il pubblico con la dolcezza della sua musica. Si, perchè Allevi risveglia le emozioni proprio grazie alla capacità di accarezzare il cuore con una musica dolce, incisiva, avvolgente ed allo stesso tempo travolgente. Una storia nel mondo della musica cominciata ormai diversi anni fa, ma che da un po’ di tempo ha consolidato Giovanni tra gli artisti più interessanti del panorama italiano.

“Certo soprattutto gli artisti e i poeti possono essere una guida per riappropriarsi di questa dimensione. Penso ad esempio ad Emily Dickinson, una bellissima ragazza di famiglia agiata che ha  passato tutta la vita in solitudine a contatto con la natura perché quello era l’habitat che ispirava la sua arte”, la parole di Allevi nel corso di un’intervista rilasciata al portale ‘DomaniPress.it’. Parole che ancora una volta testimoniano la grande profondità di un’artista straordinario.

Giovanni Allevi, un terribile trauma vissuto da bambino

Giovanni Allevi
Giovanni Allevi (web source)

Come detto, Giovanni in questi anni di carriera è riuscito ad entrare in forte contatto con chi è riuscito ad ascoltarlo. La capacità di aprire i cuori dei destinatari della sua musica, un modo anche per creare una sintonia fortissima con i suoi fan. Una sensibilità che Giovanni ha sviluppato negli anni, figlia probabilmente anche di un episodio molto particolare che gli  accaduto da bambino. E’ stato lui stesso a raccontare tutto nel corso di una recente intervista.

“Ero sempre stato il primo della classe, adorato da tutti. Finché, un giorno, mi presi una sospensione di una settimana. C’era stata una zuffa fra bambini, uno si era rotto i denti, e i due responsabili incolparono me. Quello che era stato un paradiso all’improvviso si trasformò in un inferno: la maestra ce l’aveva con me e gli altri genitori mi additavano come quello che era stato sospeso”, le parole di Allevi riportate da ‘Vanity Fair’. Un evento che lo ha condizionato per diverso tempo.