Tumore del colon: fate attenzione se le feci sono come queste

Quando si parla di tumore al colon retto bisogna fare attenzione al colore delle feci: ecco i dettagli della ricerca

Il carcinoma del colon retto è uno dei tumori più frequenti negli individui originato nel colon, nel retto e nell’appendice. Esso rappresenta la terza forma più comune di cancro che causa più di 610 000 morti all’anno. I fattori di rischio includono: la dieta, l’obesità, il fumo, l’alcool e una scarsa attività fisica e non solo; a queste si aggiungono anche alcune malattie come la malattia di Crohn e la colite ulcerosa. Nel 2012 sono stati registrati  1,4 milioni di nuovi casi e 694 000 decessi, una malattia più frequente negli uomini piuttosto che nelle donne.

 

cancro
curiosità sulla malattia (foto web)

Il cancro al colon occupa il secondo posto della mortalità tumorale nell’uomo e al terzo nella donna. Inoltre, tale malattia è sviluppata in Nord America, Europa Occidentale e Nuova Zelanda. In Italia, invece, si osservano 40 nuovi casi ogni 100 000 abitanti. Le sedi maggiormente colpite dalla malattia sono il retto (per il 39%) e il sigma (per il 25%), senza risparmiare nessun distretto colo-rettale.

Le cellule possiedono mutazioni ereditarie o acquisite per geni nella via di trasduzione del segnale Wnt, e/o nella replicazione del DNA o e/o nella riparazione del DNA.

Ad influenzare tale malattia vi sono alcuni fattori che vanno certamente tenuti presente quali:

  • Età 
  • Presenza di polipi del colon dove si potrebbe accertare la malignità e/o con interventi di chirurgia.
  • Familiarità
  • Presenza di parenti di 1º e 2º grado con poliposi adenomatosa familiare
  • Presenza di parenti di 1º e 2º grado con cancro colo rettale ereditario non poliposico 
  • Fumo
  • Dieta
  • Fattori ambientali
  • Ormoni

Nel dettaglio, i pazienti associati al rischio massimo di contrarre questo cancro seguono una dieta ricca  di grassi, proteine animali e carboidrati raffinati nonché a basso tenore di fibre. Andiamo a scoprire nel dettaglio a cosa bisogna fare attenzione in particolare per prevenire la malattia.

Cancro colon-retto: a cosa bisogna fare attenzione

cancro
cosa bisogna stare attenti (foto web)

Il tumore al colon-retto non provoca sintomi per un lungo periodo di tempo, i sintomi dipendono dalla sede, dal tipo e dall’estensione del cancro. La debolezza e l’affaticamento sono gli unici sintomi che il paziente può constatare ad occhio nudo senza una specifica visita.

Il primo sintomo comune è il sanguinamento durante un’evacuazione e, ancora, il dolore  in corso di evacuazione e la sensazione di svuotamento incompleto. E’ molto importante che i soggetti si sottopongono ad una colonscopia che, se risulta positiva, devono sottoporsi ad un test screening per verificare se vi è la presenza oppure no di un cancro.

La colonscopia consente, a differenza di altri test,  di prelevare campioni di tessuto per valutare se una neoformazione sia cancerosa o meno. Durante questo test, alcune neoformazioni che sembrano cancerose vengono asportate.

Per il trattamento corretto del tumore bisogna ricorrere o ad un intervento chirurgico o, nel caso in cui lo stato è molto avanzato, alla radioterapia (meno invasiva) e/o chemioterapia. 

Se si opta per l’intervento, una colonscopia deve essere effettuata una colonscopia entro 1 anno e se non vengono rilevati polipi e/o altro, dopo tre anni.

E’ molto importante la prevenzione per sconfiggere una malattia come questa che, purtroppo non trova la sua cura se non quelle appena elencate.