Vittoria Puccini, il brutto male che ha distrutto tutto | La sua vita è stata segnata per sempre

Il dramma che si nasconde nella vita di Vittoria Puccini. La sua famiglia investita dalla terribile tragedia

Il mondo del Cinema italiano ha una grande fortuna, ovvero quella di poter contare su una scuola di attori ed attrici di assoluto spessore. Gli interpreti nostrano hanno più volte mostrato nel corso della storia quanto la tradizione nostrana riguardo la scuola attoriale, abbia sfornato dei talenti purissimi che fin da giovanissimi hanno avuto la capacità di mostrare al pubblico interpretazioni di assoluto spessore.

 

Vittoria Puccini
Vittoria Puccini (web source)

Ci è riuscita, in tempi non sospetti, una delle attrici più interessanti di tutto il panorama italiani. Vittoria Puccini fin da giovanissima si è mostrata assolutamente in grado di gestire non soltanto il palcoscenico teatrale, ma anche la macchina di presa. E cosi ci troviamo di fronte un’attrice versatile, che è anche in grado di fare discernimento su cosa recitare e cosa trasmettere al pubblico. Insomma, Vittoria non è l’attrice che accetta qualsiasi tipo di ruolo.

A soli 21 va in scena al cinema con il suo primo film, “Tutto l’amore che c’è” di Sergio Rubini. Poi tutta una serie di successi, ed un passaggio decisivo per la sua carriera. Quando interpreta la protagonista nella fiction ‘Elisa di Rivombrosa’, produzione che le dà modo di farsi conoscere davvero dal grande pubblico. Cosi la Puccini, al fianco di Alessandro Preziosi, prende dimestichezza con un largo consenso che la elegge come una delle migliori attrici di tutto il panorama italiano.

Vittoria Puccini, il terribile dramma nella sua vita

Vittoria Puccini
Vittoria Puccini (web source)

Una bellezza eccezionale, oltre alla bravura fattoriale che le è valsa anche la possibilità di lavorare con registi importanti del calibro di Ferzan Ozpetek, Paolo Genovese ed il prima citato Sergio Rubini. In questi anni tanti film, ma anche la sofferenza per un dramma che si è consumato nella sua vita. E’ stata la stessa Vittoria che ha voluto raccontare questa storia straziante attraverso un’intervista riportata da ‘Donna Pop’.

“Mia madre è morta di cancro quando aveva 59 anni. Già allora una dottoressa amica me lo disse: fai le analisi, perché hai altri casi nell’asse ereditario, ed è aggressivo”, il racconto drammatico di Vittoria. “Sono andata, l’ho fatto anche per mia figlia. […] Sono state settimane interminabili e inquiete”, ha proseguito la Puccini. “Ero in vacanza quando mi è arrivata la telefonata. Buone notizie, urlo liberatorio”, il racconto agrodolce dell’attrice. Dunque, il valore della prevenzione come arma fondamentale per combattere la malattia.