Netflix, la grande star ha ucciso la madre: una tragedia

Una grande star di Netflix ha ucciso la madre. La tragedia è delle più agghiaccianti. Andiamo a scoprire insieme i retroscena

Al giorno d’oggi, con ogni probabilità, la piattaforma streaming di Netflix è tra le più gettonate al mondo. Milioni e milioni di utenti si collegano quotidianamente per scoprire le nuove proposte tra film e serie, con una immensa vastità di scelta. L’attore di cui vi stiamo parlando quest’oggi è tra i protagonisti di una delle serie maggiormente conosciute.

 

Netflix immagine (Websource)

La vicenda ha dei contorni oscuri, dato che oltre all’omicidio della madre ne aveva in mente anche un altro, dalle dimensioni clamorose. I fan sono rimasti attoniti per quanto accaduto, forse addirittura increduli dato che uno scenario raccapricciante come questo sarebbe difficile anche soltanto da immaginare.

L’assassinio di una madre è forse tra i peggiori crimini che possano esistere in assoluto, un orrore indescrivibile che ha gelato il sangue di tutti gli spettatori della famosa serie targata Netflix in questione. Il nome dell’attore a cui facciamo riferimento in questo articolo corrisponde a quello di Ryan Grantham, ventiquattrenne canadese che si è macchiato di un omicidio letteralmente da brividi.

Ryan Grantham, la tragedia è devastante

Grantham si è fatto conoscere grazie alla sua presenza all’interno della serie “Riverdale”, interpretando il ruolo di Jeffrey Augustine. L’omicidio della madre, una signora che si chiamava Barbara Waite, si è consumato nell’aprile del 2020, mentre la condanna all’ergastolo è sopraggiunta soltanto nello scorso mese di marzo.

L’attore ha confessato di essere il responsabile di questo omicidio di secondo grado, motivo per cui è stato arrestato senza troppi fronzoli. Se quanto detto fin qui non fosse già abbastanza sconvolgente, ciò che stiamo per raccontare vi farà cadere dalla sedia. Appena pochi giorni fa, vale a dire il 13 di giugno, durante la nuova sentenza Ryan si trovava ovviamente in Tribunale.

Ryan Grantham (Websource)

Durante il corso di questo frangente, è venuto a galla che l’attore di Riverdale aveva pianificato anche un altro omicidio. La vittima sarebbe dovuta essere niente poco di meno che il primo Ministro canadese Justin Trudeau insieme alla sua famiglia.

Il ventiquattrenne avrebbe organizzato tutto nei minimi dettagli, comprese le mappe necessarie per raggiungere la casa del primo Ministro Trudeau. Oltre a queste era in possesso di pistole, molotov ed altri oggetti vari. Mentre si stava dirigendo in automobile verso la meta finale, inspiegabilmente ha rinunciato al suo piano diabolico. La circostanza non è ancora del tutto nota, per questo siamo certi che prossimamente potremo aggiornarvi con nuovi dettagli, i quali purtroppo saranno senz’altro agghiaccianti.