Disastro Mediaset, la denuncia è gravissima: Ecco cosa è successo

A causa di un annuncio, scomparso dopo qualche ora, è scoppiato un vero e proprio putiferio in casa Mediaset. Ecco il motivo

Il programma che è terminato nell’occhio del ciclone è uno dei più seguiti e longevi delle reti Mediaset. Stiamo parlando infatti di “Forum”, trasmissione che va in onda addirittura dal lontano 1985. I telespettatori più assidui sanno benissimo in che cosa consiste ma, per chi non lo sapesse, ve lo spieghiamo in breve.

 

Forum, nota trasmissione dei canali Mediaset (Websource)

In ogni puntata del format va in scena un processo giudiziario. I protagonisti tuttavia, sono dei figuranti che recitano il copione che viene assegnato ad ognuno di loro. Spesso si tratta di diatribe a livello personale, come ad esempio questioni tra famigliari oppure tra vicini di casa.

Nel corso di tutti questi anni, al timone del noto programma ci sono state diverse famose conduttrici come Catherine Spaak, Paola Perego, Rita Dalla Chiesa e l’attuale padrona di casa Barbara Palombelli. Lo stesso discorso vale per i giudici, che durante le edizioni si sono alternati tra di loro.

Forum, dopo l’annuncio è esploso il caso

Sul sito piudonna.it è stato riportato l’annuncio che ha pubblicato Giada Massara, ossia la casting director di Forum. Come viene sottolineato sul portale, l’indirizzo email a cui le persone sono state invitate a rivolgersi è quello della società di produzione del programma stesso “Corìma”.

“Per una nota trasmissione televisiva stiamo cercando ragazze dai venti ai venticinque anni che soffrono di disturbi alimentari. Se avete queste caratteristiche scrivetemi”, questo il messaggio contenuto nell’annuncio che però, una manciata di ore più tardi, è stato rimosso. La bomba tuttavia era ormai stata sganciata, dato che in molti lo hanno condiviso sul web fino allo scatenarsi di un putiferio.

Barbara Palombelli (Websource)

Un’attivista del movimento Fiocchetto Lilla di nome Maruska Albertazzi è intervenuta sulla faccenda, manifestando in tal modo tutto il suo dissenso: “La trasmissione è Forum dove, notoriamente, chi partecipa in video come contendente è spesso un attore ma più spesso una persona con un vissuto simile a quello della storia in causa. Bene, qui si cercano ragazze malate di disturbo del comportamento alimentare che interpretino ragazze aventi lo stesso problema. Senza pensare che fare un casting per malate di disturbi alimentari è un trigger terribile per la malattia”.

Subito dopo ha proseguito spiegando il motivo per cui secondo lei questo tipo di annuncio è stato un vero e proprio passo falso: “Poter andare in tv grazie alla propria malattia fornisce un rafforzo non indifferente alla malattia stessa. Senza un supporto clinico. Questa è istigazione ai disturbi alimentari bella e buona”. La risposta di Mediaset non si è fatta però attendere: “Il suddetto annuncio era finalizzato a ricercare persone disposte a partecipare ad una trasmissione televisiva per rendere la loro testimonianza, alla presenza di esperti della materia, su di una patologia, quale quella dei disturbi alimentari, che colpisce molte adolescenti nel nostro Paese”.