Flavio Briatore, la situazione è gravissima: per il famoso imprenditore è un colpo al cuore | Ecco cos’è successo

Un inconveniente improvviso ha colpito il noto imprenditore italiano. Quest’ultimo si è sfogato durissimamente con le seguenti frasi

Il nuovo locale aperto da Briatore, vale a dire il “Crazy Pizza”, ha generato diverse polemiche nel corso delle ultime settimane. Il motivo principale riguarda ovviamente i prezzi, ritenuti da molti eccessivamente elevati trattandosi di un locale in cui la pietanza principale è la pizza. Proprio per questa ragione, l’imprenditore è intervenuto in prima persona per gettare acqua sul fuoco.

 

Flavio Briatore (Websource)

Flavio ha spiegato infatti che il suo locale utilizza soltanto dei prodotti di altissima qualità, facendo tra l’altro l’esempio del Patanegra o di altri alimenti costosi già di per sé. In tal senso si è domandato come facciano certe pizzerie ad adottare dei prezzi così ridotti. Secondo lui la risposta sta semplicemente nella scarsa qualità delle materie prime, dato che oltre ai costi di produzione va tenuto in considerazione anche quello della manodopera del personale e di tutte le spese accessorie.

Un paio di settimane fa, l’ex naufraga della sedicesima edizione dell’Isola dei famosi Lory Del Santo si è sentita male proprio dopo aver mangiato nel ristorante di Briatore. Tuttavia, lei stessa si è sbrigata a dire che la colpa non è stata di certo del cibo, bensì del suo stomaco ancora in convalescenza dopo la rigida alimentazione che ha seguito in Honduras.

Flavio Briatore, lo sfogo è durissimo

Appena una manciata di ore fa, Briatore si è trovato ad affrontare una situazione gravissima. Il suo locale “Crazy Pizza” di Roma infatti, è stato chiuso forzatamente a causa di assenza di acqua. L’imprenditore non si sarebbe mai aspettato una notizia del genere, motivo per cui si è lasciato andare ad un durissimo sfogo attraverso la piattaforma di Instagram.

Flavio Briatore (Websource)

“Voglio scusarmi con i clienti di Crazy Pizza Roma perché ieri sera siamo stati obbligati a chiudere per assenza di acqua. […] Abbiamo avvertito l’Acea alle 14, non si è mosso niente fino alle sette di sera”, così ha esordito nel suo messaggio l’ex marito di Elisabetta Gregoraci, il quale ha poi continuato con ulteriori scuse all’indirizzo dei tanti clienti che avevano già prenotato un tavolo.

“Nel condominio non c’era assolutamente acqua, non ci hanno detto neanche se era possibile ripristinare o meno il servizio e abbiamo dovuto chiudere. Mi scuso con tutti voi che avevate prenotato, eravamo al competo con le prenotazioni e abbiamo dovuto chiamare tutti i clienti”, ha affermato Flavio, il quale giovedì è riuscito a risolvere lo spiacevole inconveniente con le proprie forze: “Stamattina mi hanno riferito che sono arrivati con le autobotti, una roba da terzo mondo. Ci siamo adoperati noi coi nostri tecnici, abbiamo un civico vicino e abbiamo ripristinato l’acqua coi nostri mezzi. A Roma chiudono attività commerciali per mancanza d’acqua. Non me lo sarei mai aspettato”.