“È devastante”: la malattia che ha cambiato la vita di Flavio Insinna

Una malattia molto particolare ha cambiato la vita di Flavio Insinna. Il conduttore, nel corso degli anni, ha vissuto un incubo ad occhi aperti 

 

Flavio Insinna è di sicuro uno dei volti più conosciuti in casa Rai. Conduttore ed attore di grandissimo successo, nasconde dentro di sé un terribile dolore provocato non solo da una triste perdita. Ma anche da una terribile malattia. Scopriamo insieme qualcosa di più su questo particolare.

Flavio Insinna e la malattia che lo ha cambiato

Il compito dei vari programmi TV è quello di intrattenere gli spettatori italiani con programmi capaci di alleggerire dei momenti molto difficili. E questo ciò che è stato in grado di fare Flavio Insinna con tutti i format di cui è stato a capo. Con la sua simpatia, è riuscito a tenerci compagnia in diverse edizioni de L’Eredità.

Un uomo che ha dato il meglio di sé, sia dietro le telecamere del piccolo schermo, che nel grande schermo. In quanto ha partecipato a grandissime pellicole cinematografiche di grande successo e, a volte, serie TV che sono state apprezzate dal popolo italiano. Ma la vita di Flavio Insinna non è sempre stata rose e fiori.

Flavio Insinna provato dalla dura malattia

Flavio Insinna e la malattia che lo ha cambiato

Diversi sono stati i momenti che l’hanno portato a prendersi una pausa dalla sua carriera professionale. Ricordiamo infatti che, l’uomo, non solo si è trovato a fare i conti con il dolore causato dalla morte del padre ma ha dovuto affrontare anche alcuni problemi psichici molto gravi. Flavio Insinna si è trovato a fare i conti con un dramma, quello vissuto nel momento in cui il padre ha chiuso per sempre gli occhi.

È stato questo un episodio che ha colpito profondamente il cuore del conduttore, condizionando totalmente la sua esistenza. “Da quando ho perso mio padre non ho la testa né la voglia di far ridere e di fare il mio mestiere, ho ridotto tutte le occasioni di distrazione e non esco quasi mai di casa”. Sono queste le parole del conduttore, che ci fanno capire quanto era legato all’amato genitore.

Un periodo molto triste e difficile in cui, il conduttore, è riuscito a venirne a capo soltanto grazie alla fede e all’aiuto di Dio. “Quando mio padre è morto so­no rimasto settimane sdraiato per terra a guardare il soffitto, ero scarmigliato e ingrassato. Il dolore resta, ma la fede mi ha aiutato”. Ma la vita non è stata per nulla benevola con il conduttore, proprio come leggiamo online, in quanto si è trovato a fare i conti con una terribile malattia ancor prima che questo evento tragico accadesse nella sua vita.

Egli infatti si è trovato a fare i conti con una terribile situazione, un periodo oscuro in cui non avrebbe ripreso fiato se il padre Salvatore non fosse stato lì al suo fianco. “Sono stato depresso, mio padre mi ha fatto curare e un po’ ne sono uscito e un po’ no. C’è chi dice che se hai il graffio nell’anima o fai lo psicanalista o fai l’attore. Io oggi mi voglio sicuramente più bene e ho imparato a sorridere sempre anche senza un motivo vero per essere felice”.

È questa la terribile patologia che, per fortuna, oggi Flavio Insinna è riuscito a superare. Al punto da essere in grado di aver preso di nuovo in mano la sua vita, e continuare il suo lavoro di conduttore.