Chiara Ferragni, la situazione è grave: “Paura per noi e i nostri figli” | Il disperato appello

La famosa imprenditrice italiana ha lanciato un messaggio di allarme per via di una situazione estremamente grave

Grazie alla loro immensa visibilità, spesso e volentieri Chiara e Federico si sono lanciati in appelli di primaria importanza in merito al sociale. Sono diversi infatti i temi che stanno a cuore alla coppia, come entrambi hanno dimostrato nel corso degli ultimi anni. L’iniziativa del rapper legata alla fondazione Tog ne è soltanto un esempio. Il concerto chiamato “LoveMi”, tenutosi presso il capoluogo della Lombardia, è stato un evento benefico i cui fondi sono stati destinati proprio all’organizzazione creata dal marito della Ferragni.

 

Chiara Ferragni (Websource)

Gli incassi devoluti interamente nelle casse di Tog (Together To Go) serviranno ad aiutare nella riabilitazione i bambini affetti da patologie neurologiche complesse, come ad esempio paralisi cerebrali infantili e sindromi genetiche con ritardo mentale.

Durante la serata speciale in cui tra l’altro Fedez ha riabbracciato pubblicamente il suo amico e collega J-Ax, la famosa influencer di Cremona si è commossa davanti alle dolci parole di suo marito, il quale ha sottolineato ancora una volta quanto lei rappresenti all’interno della sua vita.

Chiara Ferragni, l’appello dell’imprenditrice digitale

L’appello di cui parliamo quest’oggi di Chiara Ferragni è stato rivolto direttamente al sindaco della città di Milano Beppe Sala. La ragione che ha spinto la donna a richiedere l’attenzione del primo cittadino del capoluogo lombardo è la violenza che si sta registrando negli ultimi periodi.

Chiara Ferragni (Websource)

“Sono angosciata e amareggiata dalla violenza che continua a esserci a Milano”, così ha esordito la moglie di Fedez all’interno del suo messaggio, lanciando un vero e proprio allarme in virtù dell’incremento del tasso di criminalità. Di recente sono saliti alla cronaca diversi episodi spiacevoli, tra furti, rapine sia in negozi che in casa e aggressioni.

Per questo la Ferragni ha proseguito il suo appello all’indirizzo di Beppe Sala con le seguenti frasi: “Ogni giorno ho conoscenti e cari che vengono rapinati in casa, piccoli negozi al dettaglio di quartiere che vengono svuotati dall’incasso giornaliero, persone fermate per strada con armi e derubate di tutto”.

Alla fine del discorso Chiara ha tirato in ballo anche i bambini, i quali meritano di certo un altro tipo di sicurezza che, purtroppo, ultimamente sta venendo a mancare incrementando pertanto la paura dei cittadini milanesi: “La situazione è fuori controllo. Per noi e i nostri figli abbiamo bisogno di fare qualcosa. Mi appello al nostro sindaco Beppe Sala”.