Nancy Brilli, dal cinema al tumore: “8 Operazioni”

Nome grandioso del cinema italiano, Nancy Brilli ha dovuto fare i conti anche con un retroscena drammatico. L’incubo divenuto realtà 

 

Nancy Brilli è una di quelle attrici che, nel corso degli anni, è riuscita ad ottenere molti successi. Una donna che a causa della sua salute, si è dovuta sottoporre a ben 8 interventi. È la città di Roma a dare i natali a Nancy Brilli il 10 aprile del 1964. A soli 20 anni, nel 1984, muove i suoi primi passi nel mondo cinematografico nel film Claretta.

Nancy Brilli, dal cinema al tumore

Durante la sua carriera Nancy Brilli riesce a lavorare insieme a molti attori, tra cui uno decisamente grandioso, Carlo Verdone. Nel 1990 ottiene un grandissimo riconoscimento, il David di Donatello in qualità di migliore attrice non protagonista. Con il passare degli anni, prende parte a numerose pellicole cinematografiche.

Pellicole che l’hanno portato ad essere un’attrice molto conosciuta. Inizia il lavoro anche sul piccolo schermo, prestando il suo volto ad alcune fiction di grande successo. Come Caterina e le sue figlie, Il bello delle donne e Commesse.

Star del cinema, Nancy Brilli ha conosciuto la paura a causa del tumore

Nancy Brilli, dal cinema al tumore

All’inizio di quest’anno Nancy Brilli ha fatto molto parlare di sé, in quanto è stata una delle attrici che ha contratto il covid. È stata lei stessa a parlarne, tramite un post su Instagram, rivelando come is sente. “Mi sento una schifezza. M’è presa brutta brutta con una stanchezza mortale, una tosse d’oltretomba”. È stato proprio in quell’occasione che, l’attrice, ha parlato anche dei numerosi interventi a cui si è sottoposta negli anni.

E questo proprio per cercare di eliminare per sempre tutte le voci sul suo conto. Più di una volta, infatti, le è stata rivolta l’accusa di essersi sottoposta alla chirurgia estetica per migliorare alcune parti del suo corpo. Durante l’intervista, Nancy Brilli afferma che si è sottoposta addirittura 8 interventi. Un qualcosa che però, non riguarda affatto il lato estetico. Ma ben altro.

“Per chi commenta sul fatto che sarei di plastica vi spiego una cosa una volta per tutte. Ho i legamenti del ginocchio destro ricostruito in materiale plastico. Il mio addome è stato ricucito dopo ben 8 operazioni dell’apparato riproduttivo conseguentemente al tumore all’ovaio, all’asportazione dell’utero, dell’altro ovaio e del tube per un’infiammazione in corso dipendente dalla patologia detta prima e per finire un’operazione al seno”.

E così, finalmente, Nancy Brilli ha deciso di mettere a tacere tutte quelle voci che sparlano degli interventi. Secondo i quali, si parla del suo corpo come se fosse solo silicone.