“Ho scoperto di avere un cancro”: il dramma vissuto da Pippo Baudo

Un volto storico della televisione italiana, un conduttore che detiene il primato di conduzioni del Festival di Sanremo. Nel corso della sua vita il conduttore ha dovuto attraversare un periodo alquanto complesso. Una tragedia superata brillantemente grazie all’aiuto dei medici.

Pippo Baudo esordisce nel mondo della televisione negli anni sessanta. Inizia conducendo trasmissioni come Guida degli emigranti, Primo piano e il programma per ragazzi Telecruciverba.

Molto presto, dato il suo grande carisma, Baudo conquista il titolo di personaggio di punta del piccolo schermo. Da allora l’immagine del conduttore è stata legata per tantissimi anni alla rete di Stato, la Rai.

Da sempre molto amato e seguito dai telespettatori, Pippo Baudo si racconta ai microfoni di La strada dei miracoli, raccontando una tragedia che ha dovuto affrontare nel corso della sua vita.

Il dramma che ha vissuto Pippo Baudo

Il conduttore Rai è vivo grazie ad una delle tragedie più grandi successi al mondo, ovvero l’esplosione della centrale di Chernobyl.

Nel corso della sua vita, Pippo Baudo è stato colpito da diverse malattie, la più grave è stata sicuramente il cancro. Erano gli anni 70 e il conduttore si ritrovava al timone della trasmissione Canzonissima per la prima volta. All’epoca gli fu diagnosticato un tumore alla tiroide e la situazione lo preoccupò tantissimo.

Pippo Baudo salvo grazie ad una tragedia

In seguito si verificò l’esplosione di Chernobyl, una tragedia che si è mostrata fondamentale per la vita dello stesso conduttore.

Se da un lato le conseguenze dell’evento furono micidiali, dall’altro riuscirono a salvare molte vite. Si scoprì che lo iodio radioattivo era la causa per la quale i bambini nascevano grassi in quanto privi di tiroide.

Fu proprio questo a salvare Pippo Baudo: “Un professore andò a Chernobyl e visitò questi bambini. Fece un ragionamento semplice: se io do agli ammalati di tiroide lo iodio radioattivo, questi ammalati guariranno. Mi portarono a Pisa, dove c’erano tanti ricoverati come me e mi chiesero se volessi fare un’esperimento con loro. Accettai”.

Dopo una settimana di isolamento arrivarono i risultati e i medici poterono rendersi conto che lo iodio aveva distrutto completamente la tiroide malata del conduttore.

Un terribile incidente che ha dato la possibilità a Pippo Baudo di tener salva la sua vita e di continua a lavorare nel mondo dello spettacolo, regalandoci grandi emozioni e programmi.