Tachipirina, se hai questi sintomi non prenderla: lo fanno tutti ma è sbagliato

Un medicinale che tutti hanno in casa è la Tachipirina. In molti la prendono ogni qualvolta accusano dei dolori. Ma c’è una situazione in cui è sconsigliata l’assunzione di tale medicina. Scopriamo insieme qualcosa in più.

Per chi non lo sapesse, la Tachipirina altro non è che un farmaco formato principalmente da paracetamolo al cui interno è presente anche una natura antidolorifica e antipiretica ma non antinfiammatoria.

Ed è per questo che in molti la utilizzano in diverse situazioni, tra cui: reflusso, acidità, ulcera peptica, per chi soffre di disordini della coagulazione del sangue, per coloro che hanno accusato ipersensibilità verso altri farmaci antidolorifici.

Cosa succede se si prende la Tachipirina in assenza di febbre

In diverse occasioni assumere questo medicinale potrebbe essere una cosa giusta da fare in quanto il rischio di incorrere in effetti collaterali è minore.

Prendere la Tachipirina in assenza di febbre si può fare anche se non sempre è una scelta giusta.

Infatti, nel momento in cui nel nostro corpo ci sono sintomi influenzali privi di febbre, il rischio che si corre è quello di allarmare le proprie difese nei confronti di probabili infezioni virali e batteriche stimolando, allo stesso tempo, i globuli bianchi a proliferare.

Non sempre la febbre deve essere identificata come un qualcosa di negativo in quanto è questa la risposta del nostro sistema immunitario verso la sconfitta di tutti quegli agenti patogeni. Ed è per questo che in tale occasione potrebbe essere una cattiva idea prendere la Tachipirina se non si ha febbre che si aggira tra i 37.5 e i 38 gradi.

Tachipirina 500 e Tachipirina 1000: differenza di utilizzo l’una dall’altra

In molti di sicuro avranno notato che in commercio esistono due tipi di Tachipirina: la Tachipirina 500 e la Tachipirina 1000.

È molto importante utilizzarla nel modo giusto evitando di incorrere in quei fastidiosi effetti collaterali. Per fare in modo che questo non accada è importante quindi seguire una regola molto importante, ossia evitare di superare i 3 gr di paracetamolo durante l’arco di una giornata.

Quindi, se la Tachipirina 500 può essere presa ogni 4-6 ore, per la Tachipirina da 1000 mg è necessario attendere 8 ore da un’assunzione all’altra.

Ovviamente la Tachipirina 1000 porta maggiore sollievo antidolorifico rispetto alla Tachipirina 500.

In molti sono convinti che si tratta di due medicinali indirizzati a soggetti diversi: la Tachipirina 500 per bambini mentre la Tachipirina 1000 per adulti.

In effetti non è così in quanto anche gli adulti possono utilizzare la Tachipirina 500 nel momento in cui questi non accusano febbre.

Inoltre, la Tachipirina 1000 può essere utilizzata anche per dare sollievo in diversi occasioni anche se è molto importante chiedere sempre un consiglio al proprio medico.

Infatti, nel momento in cui ci si trova di fronte ad un’intossicazione di paracetamolo, il rischio che si corre è un danno epatico che può mostrarsi attraverso vomito e nausea, senza dimenticare il dolore addominale che potrà dare così inizio a qualcosa di molto più pericoloso per la nostra salute.

È giusto utilizzare la tachipirina per raffreddore e febbre?

Durante la stagione invernale la Tachipirina molto spesso viene utilizzata insieme ad altri principi attivi il cui scopo è quello di decongestionare le vie respiratorie.

Il più celebre tra questi di sicuro è il Tachifludec, un medicinale al cui interno oltre ad essere presente il paracetamolo è possibile trovare anche la vitamina C e la fenilefrina cloridrato.